facebook twitter rss

Crea scompiglio ai giardini pubblici, la sindaca firma il Tso: “Lavoriamo affinché non riaccada”

MONTE URANO - In merito ai fatti accaduti ieri il primo cittadino Moira Canigola ha dichiarato: "Dispiaciuti per quanto successo. Al lavoro perché non riaccada"
Print Friendly, PDF & Email

“Seguiamo con attenzione e da vicino la situazione. Siamo subito intervenuti, allertando le Forze dell’ordine. Siamo dispiaciuti per chi, soprattutto i più piccoli, si sono trovati a vivere momenti di apprensione”.

La sindaca Moira Canigola fa chiarezza sui fatti di ieri sera “che – spiega – hanno visto un giovane di origini straniere creare scompiglio nella zona dei giardini pubblici. Appena sono stata avvisata di quello che stava accadendo, mi sono subito recata sul posto”, le parole della sindaca che, su indicazione dei medici competenti, ha firmato il Tso (Trattamento sanitario obbligatorio) a cui il giovane sarà sottoposto in questi giorni. “Da quando questa persona ha cominciato a creare problemi in paese, ci siamo subito attivati, allontanando da casa un familiare trovandogli un luogo sicuro dove ora vive, e mantenendo contatti costanti con la Prefettura e le Forze dell’ordine. Come più volte capitato nelle ultime settimane, domenica sera, purtroppo, il giovane ha dato di nuovo in escandescenza. È entrato in un bar, da dove ha prelevato una bottiglia che ha, poi, spaccato a terra. Ha rotto lo specchietto di un’auto parcheggiata e inveito contro i passanti. In tanti hanno assistito alla scena. Ai giardini pubblici era, infatti, in corso un evento musicale. Dopo alcuni minuti di apprensione, i Carabinieri hanno riportato la calma. Il giovane è stato caricato in ambulanza e condotto in ospedale. È un caso molto complesso, monitorato costantemente unitamente alle Forze dell’ordine preposte. Come Amministrazione comunale – chiosa Canigola –, stiamo facendo tutto il possibile per risolvere, nel rispetto delle norme, questa situazione e permettere ai monturanesi di vivere un’estate in serenità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti