facebook twitter rss

Il Palas cerca un gestore, pronto il bando comunale: concessione per 2 anni e affari per 122mila euro

P.S.GIORGIO - Il Comune cerca un gestore per il Palas. La giunta Loira ha approvato gli indirizzi per la pubblicazione del bando. Valore dell'affare stimato in due anni circa 122mila euro. A carico del concessionario anche alcuni lavori indicati dall'Amministrazione comunale.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

Il Comune cerca un gestore per il Palas. La giunta Loira lo scorso 12 agosto ha approvato gli indirizzi per il bando a cui potranno partecipare prioritariamente  società ed associazioni che già operino in contesti sportivi. A cambiare è in primis la durata del rapporto. Non più 7 anni ma 2, un tempo ritenuto più che sufficiente anche per elaborare un piano di rilancio della struttura a lungo termine. A carico del concessionario, come si può leggere nel bando predisposto dal dirigente Carlo Popolizio, ci sono alcuno oneri: 1. canone annuo minimo da porre a base di gara di euro 2.000 oltre iva; 2. apertura obbligatoria senza giorno di chiusura settimanale (7 su 7 gg.), per almeno ore 8 continuative giornaliere e senza periodi di chiusura per ferie; 3. custodia, sorveglianza, pulizia, assunzione dei costi di gestione per energia elettrica, gas, acqua ecc. con obbligo di voltura, manutenzione ordinaria;  4. realizzazione, a cura e costi del concessionario, entro i primi tre mesi di gestione, di alcuni infungibili interventi per uno stimato valore di euro 15.000 nel biennio; 5. utilizzo da parte dell’Amministrazione Comunale di massimo 30 giornate all’anno per lo svolgimento di manifestazioni di carattere sportivo, turistico e culturale, concorsuale, ecc. previo congruo preavviso, con gli oneri di cui sopra (custodia, pulizia ecc.) a carico del concessionario;

Dal canto suo il gestore potrà sfruttare “gli incassi delle tariffe di utilizzo da parte dei fruitori degli impianti come da tariffe comunali approvate; 2. potrà sfruttare economicamente, mediante stipula di autonomo rapporto contrattuale, l’utilizzo della insegna d’esercizio e/o denominazione del palasport comunale (associazione di nome/i a quello del palas e sfruttamento commerciale di tale denominazione), nonché l’utilizzo degli spazi pubblicitari interni ed esterni (circa 60 spazi); 3. potrà utilizzare direttamente o in affidamento a terzi, il servizio bar e/o distributori automatici interni al palazzetto; 4. riceverà un corrispettivo in denaro di circa 7.500,00 euro all’anno corrispondente all’importo degli interventi di straordinaria manutenzione richiesti pro funzionalità del palas”. Sin qui alcuni aspetti tecnici previsti dal bando che prevede un volume di affari di circa 122mila euro così distribuiti nei due anni: incassi annui delle tariffe di utilizzo da parte dei fruitori degli impianti euro 19.500; sfruttamento economico dell’insegna di esercizio da associare al prefisso Palas 26.000 euro; corrispettivo in denaro di euro 7.500 annui per realizzazione degli interventi indicati dall’Amministrazione comunale; sfruttamento degli spazi pubblicitari interni al palazzetto per 3.000 euro; esercizio attività di bar e/o distributori automatici altri 5.000 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti