facebook twitter rss

“Cantieri della civiltà, Rocca Tiepolo e teatro visitati da centinaia di turisti”

PORTO SAN GIORGIO - E' quanto affermato dall'assessore alla cultura, Elisabetta Baldassarri, che al momento dei consuntivi relativi alla bella stagione 2021 scruta numeri positivi. "Dati che confermano la bontà e la lungimiranza della scelta dell’amministrazione nel dotare la città di un museo unico nel suo genere" 
Print Friendly, PDF & Email

 

“E’ stata una stagione positiva anche per l’affluenza nei luoghi storici della città”.

Lo afferma l’assessore alla cultura, Elisabetta Baldassarri, mettendo in luce e rilievo le visite al museo dei Cantieri della Civiltà Marinara in corso Castel San Giorgio, “fulcro del lavoro che l’assessorato sta portando avanti per la valorizzazione e la diffusione della cultura marinara – ha proseguito il membro di giunta -. Il Ministero dei Beni culturali, attraverso l’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale, ha attuato una convenzione con il nostro Comune, a testimonianza della visione e valenza mirata a promuovere in modo innovativo la nostra tradizione. Le decine di eventi ospitati da giugno ad oggi a Rocca Tiepolo hanno dato a centinaia di turisti la possibilità di visitare la struttura, riqualificata da interventi di pulizia e arricchita da plance informative”.

Oltre ai riusciti Mercoledì del turista e alla novità rappresentata dai Viaggi-itinerario della tradizione marinara sono stati quasi 500 coloro che hanno visitato gli spazi della cultura cittadina, incluso il teatro comunale.

“Ai Cantieri, l’orario a regime è partito dalla terza domenica di luglio fino al 31 agosto con aperture dal mercoledì alla domenica dalle ore 19 alle 23 – le ulteriori descrizioni della Baldassarri -. E’ stato fatto un lavoro di promozione e comunicazione attraverso la società di gestione che ha dato risultati molto positivi, potenziati anche dall’inserimento di nuove strutture tecnologiche e nuovi contenuti che hanno catturato la curiosità e l’attenzione dei visitatori. Essi sono per una metà cittadini del territorio (i cosiddetti turisti di prossimità) e per l’altra provenienti da altre regioni, in particolare da Umbria, Emilia Romagna, Lombardia, Puglia e Lazio. Questi dati confermano la bontà e la lungimiranza della scelta dell’amministrazione nel dotare la nostra città di un museo unico nel suo genere: la nostra realtà contribuisce in modo fattivo all’arricchimento del patrimonio culturale marchigiano”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti