facebook twitter rss

“Che fine farà il palazzo di Via Respighi?” FermoFutura presenta un’interrogazione consiliare

FERMO - Interlenghi: "Il tempo è galantuomo ma il quartiere aspetta risposte concrete: la ripulitura dell’area, la definizione urbanistica del palazzo, la sua effettiva destinazione finale"
Print Friendly, PDF & Email

 

E’ trascorso oltre un anno dalla sentenza penale che definì l’affaire di Via Respighi e ancora giungono alle nostre orecchie le dichiarazioni di giubilo da parte del Sindaco di Fermo che, nonostante fosse costituito parte civile in quel processo penale, esultava così: “Un punto positivo per la città e il suo sviluppo, quello che porta lavoro. L’immobile c’era, si poteva sperare solo in questo esito. Un dato positivo. E l’unico modo per sbloccarlo era quello della definizione giudiziaria. In questi anni il contatto con la proprietà c’è sempre stato e quindi so che presto ripartiranno i lavori e vedremo nuova linfa per viale Trento e dintorni”;   “Sarà un toccasana anche per il quartiere, che finalmente potrà vedere ultimata un’opera destinata a dare ulteriori servizi”; “Lo stabile si è mantenuto bene e non ha dato segni di degrado edilizio. Perciò credo che per Natale dovrebbe esserci l’inaugurazione, quanto meno dell’ipermercato”.

Renzo Interleghi, capogruppo di Fermo Capoluogo e già candidato sindaco con la coalizione FermoFutura e Articolo 1 riprende alcune frasi virgolettate al primo cittadino di Fermo Paolo Calciunaro e apparse su alcune testate locali per riaccendere i riflettori sul futuro di Via Respighi e del quartiere.

 “Era il 14/15 luglio 2020 – scrive Interlenghi – in piena campagna elettorale e mi domando, allora, se sia normale che un intero quartiere e la cittadinanza tutta siano stati letteralmente presi per i fondelli attraverso affermazioni che avevano solamente un evidente scopo elettoralistico visto che si votava dopo due mesi. E non si venga a dire che la colpa è stata del Covid perché sarebbe un’ulteriore presa in giro. Il tempo è galantuomo ma il quartiere aspetta risposte concrete: la ripulitura dell’area, la definizione urbanistica del palazzo, la sua effettiva destinazione finale. Quali progetti sono stati messi in campo dall’Amministrazione Comunale di cui, tra l’altro, anche noi della minoranza facciamo parte? Quali risposte possiamo dare ai cittadini? Che fine ha fatto la sicumera delle affermazioni che davano per certa l’inaugurazione dell’ipermercato per Natale? (Magari ci risponderanno che era stato indicato il Natale senza specificarne l’anno di rifermento…) Attendiamo notizie e, per questo motivo, FermoFutura ha presentato un’interrogazione consiliare sul punto, non calendarizzata per il prossimo Consiglio Comunale perché non ritenuta urgente. E’ chiaro che a questa maggioranza, di Via Respighi, non interessi granché”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti