facebook twitter rss

Patto per la sicurezza, c’è l’adesione del Comune: in arrivo nuove telecamere

MONTEGRANARO - Ben diciotto i rinnovati punti di osservazione e vigilanza identificati dalla giunta veregrense, che ha aderito al progetto promosso dalla Prefettura, sviluppato in favore della sicurezza urbana. Un piano d'azione relazionato nei dettagli dal sindaco calzaturiero Endrio Ubaldi 
Print Friendly, PDF & Email

Piena adesione da parte dell’amministrazione comunale al “Patto per la sicurezza urbana” promosso dalla Prefettura di Fermo con l’approvazione del progetto di videosorveglianza mediante l’installazione di nuovi punti di videoripresa per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria.

“Il Comune di Montegranaro – ha commentato il sindaco Ubaldi (foto), che ha mantenuto per sé la delega alla sicurezza – per la sua stessa morfologia e la vastità del territorio che lo caratterizza, richiede un costante monitoraggio ed un’attenzione vigile e tempestiva sulle criticità e sulle diverse dinamiche che quotidianamente si verificano”.

In ragione di ciò, la giunta veregrense ha deciso di predisporre un progetto considerevole con la previsione di ben diciotto nuove telecamere, di cui sette con tecnologia Ocr per la lettura delle targhe da posizionare in viale Felice Cavallotti, viale Zaccagnini, rotatoria di via Elpidiense Nord, via Brodolini, via Boncore, Strada Mezzina all’altezza dell’imbocco verso Villa Bianca, viale del Cimitero.

“Altre undici telecamere di contesto saranno invece installate in altri punti strategici del territorio, iniziando da alcune zone del centro storico, come piazzale Leopardi e Vicolo del Forno, per poi proseguire con piazzale Oppeano di fronte al Residence per Anziani, viale Gramsci nella zona del pilota, la strettoia di Porta Romana, con particolare attenzione allo spazio verde in via Fonte Pomarola, luogo di frequenti abbandoni di rifiuti. Infine, altre cinque saranno sistemate al Cimitero, nella parte monumentale e nel parcheggio principale”, ha proseguito il primo cittadino.

L’importo complessivo del progetto è di 55.000 euro, di cui il 60%, pari a 33.000 euro, come quota parte del Comune ed il restante 40%, pari ad 22.000 euro, come quota parte del Ministero dell’Interno in caso di ammissione a finanziamento. “L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di incrementare il numero delle telecamere, e proseguirà comunque già dalle prossime settimane con tre nuove installazioni di telecamere di contesto – le conclusioni di Ubaldi -. In questo caso, una riguarderà il Giardino Montessori in via Mario de’ Fiori a San Liborio, mentre altre due verranno collocate presso il parcheggio dell’ospedale, ad ulteriore dimostrazione di un’attenzione totale per i diversi quartieri cittadini”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti