facebook twitter rss

Siva, disco rosso domestico
per mano del Loreto Pesaro

Un approccio errato alla gara crea i presupposti per il blitz ospite. A nulla è servito il riscatto d'orgoglio all'inizio del terzo quarto
Print Friendly, PDF & Email
siva-virtus-porto-san-giorgio-1

Una recente partita interna stagionale della Siva

PORTO SAN GIORGIO – Ennesima gara fotocopia, ed ennesima sconfitta casalinga per la Siva Virtus, che lascia i due punti al Loreto Pesaro nel recupero della sesta giornata di campionato di Serie C Silver. Per i ragazzi di coach Ambrico c’è molto lavoro da fare, sul campo di allenamento e mentalmente, per acquisire la giusta dimensione di un campionato equilibrato verso l’alto.

IL TABELLINO

SIVA VIRTUS 53: Tombolini 12, Sagripanti 14, Spaccapaniccia 3, Belin 8, Tortolini 12, Belleggia, Perini 2, Alvear 2, Milanovic n.e., Grossi n.e., Riga n.e., Di Sabatino n.e. All. Ambrico T.L. 6/11.

LORETO PESARO 69: Savelli F. 21, Cambrini 13, Savelli L. 13, Gijnaj 6, Sinatra 11, Corsini 2, Baiocchi 3, Di Noto n.e., Baldassarri n.e. All. Surico. T.L. 9/16.

PARZIALI: 10 – 18, 24 – 37, 43 – 51, 53 – 69

ARBITRI: Renga e Fratalocchi

LA CRONACA

Al Palasavelli si e’ assistito ancora una volta ad un match dove i locali partono poco concentrati, senza reattivita’, scarso carattere e soprattutto difesa al minimo: la conclusione e’ che la partita si mette subito in salita con un divario nel punteggio che va via via aumentando fino al 24-37 di fine secondo quarto. Gli ospiti non fanno altro che giocare ordinati in attacco, con continui uno contro uno delle loro guardie, quasi sempre conclusi a canestro, e una difesa sicuramente energica che chiude (soprattutto una classica zona 2-3) ogni possibilita’ di andare a segno per la squadra di casa.

Come nelle precedenti partite, la Siva si sveglia solo dopo il riposo lungo e spara subito un 12-0 che la riporta a contatto del Loreto ma, al momento di capovolgere l’inerzia della gara, in una sola azione perde palla in attacco e gli ospiti vanno a canestro con un libero supplementare e da li’ in poi i ragazzi di coach Surico ripartono con il match in pugno, ritornando su vantaggi rassicuranti, per finire addirittura in bellezza con un eloquente e meritato + 16 (53-69).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti