facebook twitter rss

I costi del Natale sangiorgese:
black out luminarie nel quartiere nord

PORTO SAN GIORGIO – Passata la vigilia di Natale è calato subito il buio nel quartiere nord. Già ieri sera infatti le luci risultavano spente. E non sono mancate le segnalazioni da parte dei residenti
martedì 26 Dicembre 2017 - Ore 15:35
Print Friendly, PDF & Email

 

di Sandro Renzi

Luminarie spente in viale dei Pini. Stesso discorso per l’albero di piazza Torino. Passata la vigilia di Natale è calato subito il buio nel quartiere nord. Già ieri sera infatti le luci risultavano spente. E non sono mancate le segnalazioni da parte dei residenti.

“Speriamo che qualcuno provveda a riparare il guasto se di guasto si tratta” dicono “anche se il Natale è passato le festività ufficialmente terminano con l’epifania”. Ed il refrain è sempre lo stesso. “Tante attenzioni per il centro meno per i quartieri periferici” lamentano i residenti “se pure le luminarie adesso si sono spente l’aria natalizia qui a nord non si respira più”.

Carte alle mano, tra luci, addobbi ed eventi, quanto è costato il Natale a Porto San Giorgio. Tra polemiche sui social, invettive e le immancabili critiche, più o meno giustificate, dei soliti noti pontificatori alle scelte degli organizzatori è la delibera di giunta 255 a fare chiarezza. Per gli eventi natalizi il comune sborserà poco meno di 70mila euro, 69.879 euro per la precisione. Soldi destinati all’allestimento di Piazza Matteotti, Piazza Marine, Piazza Luzi, Piazza Torino e Viale Don Minzoni (aree ludiche, selfie e decorative, messa in opera manto nevoso), inclusi acquisti vari necessari per i lavori (mattoni di tufo, attrezzature varie, ecc.), laboratori casa di Babbo Natale, animazione nei diversi giorni prestabiliti tramite associazioni, promozione e affissioni, acquisto pannelli di legno e vernici, grafica e stampa manifesti e brochure, Siae.

Con la stessa delibera sono stati assegnati due contributi rispettivamente alla Pro loco (3.465 euro) per la collaborazione nell’organizzazione degli eventi e 750 euro al Coro polifonico per il concerto dello scorso weekend. Il progetto messo in piedi quest’anno dall’amministrazione comunale ed in gran parte incentrato sulla tradizione marinara sembra però aver colto nel segno. I capitoli di spesa più “spremuti” ovviamente sono quelli destinati alla promozione di iniziative commerciali e turistiche. Insieme coprono circa 50mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X