facebook twitter rss

Crescono musei, teatro e turismo:
2018 all’insegna della riapertura
di Palazzo dei Priori

FERMO - Trasatti: "“Non posso non manifestare la soddisfazione in particolare per i nostri musei cittadini che a fronte di strutture ancora chiuse per inagibilità post terremoto o comunque interessate da lavori di ristrutturazione e di riqualificazione, solo con la disponibilità del Teatro dell’Aquila, delle Cisterne romane e da luglio scorso della chiesa di San Filippo Neri ha visto nel solo mese di dicembre 2017 ben 1.500 visitatori"
martedì 9 gennaio 2018 - Ore 15:06
Print Friendly, PDF & Email

 

Un anno di crescita e recupero nonostante i tanti problemi legati al sisma. Pur restando ancora chiuse parecchie realtà culturali della città, in primis la pinacoteca di Palazzo dei Priori, una serie di iniziative alternative, dalla riapertura di San Filippo Neri all’escape room (il gioco che prevede l’uscita da una stanza risolvendo alcuni rebus) allestita all’interno delle cisterne romane, hanno permesso di avere un 2017 all’insegna dei dati positivi. A rendere l’idea è stato il mese di dicembre che, come annunciato dall’amministrazione comunale, ha visto triplicato il numero dei visitatori nei musei cittadini (cisterne, teatro, San Filippo, Musei Scientifici di Villa Vitali ecc) rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il 2018, preannuncia l’assessore Francesco Trasatti, porterà ulteriori buone notizie: “Novità che daranno un nuovo volto alla città – ha dichiarato  Trasatti – con aperture che andranno a implementare e suggellare quel percorso museale cittadino che abbiamo tanto agognato e che tanto abbiamo desiderato di dare a Fermo ed al territorio. Un lavoro articolato e armonico curato in modo razionale per dare un’offerta culturale moderna e che identifichi sempre più Fermo città di cultura, arte e bellezza”.

In particolare fra gli obiettivi del 2018 figurano: apertura di parte dei Musei Scientifici a Palazzo Paccarone (Primavera 2018), riapertura di Palazzo dei Priori (Estate/Autunno 2018), apertura del Terminal (Autunno/Inverno 2018), nuovo bando di gestione dei servizi museali, agganciato al nuovo piano museale del centro storico con restyling del piano terra di Palazzo dei Priori (Estate/Autunno 2018), punto museale archeologico a Torre di Palme (Estate 2018),  Costituzione Fondazione “Rete Lirica delle Marche” (Primavera 2018), mostra “Rinascimento a Fermo” nell’ambito del progetto regionale “Mostrare le Marche, presso Chiesa di San Filippo Neri (Primavera/Estate 2018).

Ed è proprio l’assessore Trasatti a tracciare un bilancio del 2017 appena conclusosi.

MUSEI

Nel Luglio 2017 è stata riaperta la Chiesa di S. Filippo Neri, con la Mostra dedicata al Rubens e alle tele della nostra Pinacoteca Civica, in seguito ad un grande evento espositivo costruito a Roma, presso la Chiesa di San Salvatore in Lauro, in collaborazione con il Pio Sodalizio dei Piceni, nella primavera precedente. Nel Dicembre 2017 la stessa Chiesa è stata dotata di arredo removibile e all’avanguardia per il suo utilizzo anche come sala convegni da 100 posti, quando non in funzione come spazio mostre. Nell’Ottobre 2017 è stata firmata una convenzione con la Politecnica delle Marche che entra per la prima volta nella gestione dell’Istituto Polare “Silvio Zavatti”, con la nomina di una referente scientifica e in prospettiva dell’inaugurazione della nuova sede del Museo presso Palazzo Paccarone, prevista nei primi mesi del 2018. Precedentemente, nel Marzo 2017, era stato dato vita ad un piccolo calendario trimestrale di iniziative dal titolo “MuseoMaiFermo”, svolte all’interno delle nostre strutture museali agibili, per non disperdere il patrimonio di presenze e di attività che si era consolidato prima del sisma. Sono proseguite, con larghissimo successo, le tradizionali attività didattiche presso i musei dedicate alle scuole di ogni ordine e grado. Nell’ambito delle attività per adulti, inoltre, particolare successo ha avuto l’iniziativa “Escape Room”, gioco di ruolo animato all’interno delle cisterne romane.

“Non posso non manifestare la soddisfazione in particolare per i nostri musei cittadini – ha aggiunto l’assessore Trasatti – che a fronte di strutture ancora chiuse per inagibilità post terremoto o comunque interessate da lavori di ristrutturazione e di riqualificazione, solo con la disponibilità del Teatro dell’Aquila, delle Cisterne romane e da luglio scorso della chiesa di San Filippo Neri ha visto nel solo mese di dicembre 2017 ben 1.500 visitatori, numero triplicato rispetto allo stesso periodo del 2016. Un risultato che ci inorgoglisce, dà speranza ed è segno della voglia di ripartenza che arriva anche dalla cultura. Visitatori che dunque in questo mese dedicato alle festività sono arrivati a Fermo in special modo dalla Lombardia, dal Veneto, dalla Puglia, dall’Italia Centrale e dall’estero, in particolare Francia, Germania e Inghilterra”.

TEATRO

“Nella campagna abbonamenti 2017, in occasione dei festeggiamenti per il ventennale dalla riapertura, il Teatro dell’Aquila ha fatto registrare un picco di oltre 520 abbonati per la stagione di Prosa e quasi 300 per la Stagione d’Opera. Si è connotato sempre più come centro di produzione artistica per la Lirica (3° anno di produzione della Rete Lirica delle Marche, che verrà presto trasformata in Fondazione autonoma), ha continuato ad ospitare date zero per tournèe di cantanti quali Samuele Bersani, Chiara e Francesco Gabbani, come era avvenuto l’anno precedente con Fiorella Mannoia e Gianna Nannini, e come avverrà nel prossimo Marzo con Mannarino. Per il secondo anno consecutivo, Giugno e Luglio 2017 hanno visto “VillaInVita”, la Rassegna estiva dell’Arena all’aperto di Villa Vitali, spazio restituito ad un cartellone organico di spettacoli dopo 20 anni dall’ultimo Fermo Festival. Dopo il sisma, il Teatro è stato spazio vitale del Centro Storico, continuando a supportare, anche con l’utilizzo parziale della sola platea, convegnistica e congressistica per inagibilità delle altre strutture. Per il 2017 si è confermato il successo del progetto Ti Piace l’Opera, percorso di formazione all’opera lirica per i giovani giunto alla XXII edizione, che ha visto un incremento di presenze nell’edizione di maggio con più di 3.000 alunni delle scuole dell’obbligo”.

BIBLIOTECA E ALTRI APPUNTAMENTI CULTURALI

“Nel Febbraio 2017 nasce il Festival  Fermhamente , un evento culturale partecipato, costruito con le universita` marchigiane, scuole, associazioni culturali, che ha come fine la divulgazione scientifica in una chiave accattivante e popolare. Una seconda edizione è prevista per la fine del 2018. A Marzo 2017, Tipicità, l’ormai storica manifestazione di promozione delle produzioni tipiche di qualità delle Marche, vede invece il rafforzarsi con “Tipicità in the City”, giunto alla sua terza edizione, per legare la consolidata esposizione al Fermo Forum ad altre attività culturali nel centro città. Anche “Fermo sui Libri”, nel Maggio 2017 giunto alla sua terza edizione, vede rinnovarsi il suo successo con un ciclo di incontri di prim’ordine tra autori e pubblico (Augias, Dandini,Rampini e altri). Il riconoscimento da parte del MIBACT e dell’ANCI a Fermo come “Città che legge”, assieme ad altri 363 Comuni italiani, così come il potenziamento dell’apertura della Biblioteca Ragazzi e il contestuale abbattimento delle liste di attesa per le scuole che la visitano, rappresentano due traguardi che certificano il lavoro fatto dal punto di vista della formazione e dell’invito alla lettura verso le giovani generazioni. Nell’ambito della ricerca scientifica e della valorizzazione del libro antico, oltre a progetti con il Ministero e le Università italiane di cui la Biblioteca è ed è divenuta partner attivo, sono state attivate importanti collaborazioni internazionali, come quella al progetto MEI sugli incunaboli sotto l’egida della British Library di Londra e quella con l’Università di Stanford”.

TURISMO

“Torre di Palme entra ufficialmente nel Club dei Borghi Più Belli d’Italia. La cerimonia di consegna dell’attestato è avvenuta nel Marzo 2017 con la visita di una delegazione di giornalisti da ogni parte d’Italia, ospiti di Tipicità. A corollario di ciò, da quest’anno il Borgo ha un punto informativo aperto tutti i giorni nei mesi di Luglio e Agosto. Punti informativi turistici estesi anche per la prima volta a Lido Tre Archi, oltre che consolidati a Lido di Fermo e Marina Palmense. Per la prima volta la costa fermana ha una sua campagna pubblicitaria in Umbria attraverso una distribuzione mirata di oltre 10000 brochure, manifesti e inserzioni stampa, in partnership con i Comuni di Macerata e Porto Sant’Elpidio. Operazione di promozione che, visto il successo, si è ripetuta per i mesi invernali in occasione delle festività natalizie, sempre in collaborazione tra Comuni. La programmazione estiva è stata densa e ricca di appuntamenti per i quartieri, spesso rinnovata e con un’attenzione particolare alla costa (mentre il Natale vede una concentrazione in centro storico). Iniziative come, tra tante, il Carnevale del Mare, Ti gusto al Volo, Shabby al Borgo, Torre d’Incanto, Notte Fluo, Città delle Meraviglie, Jazz e non solo Jazz, Favole e Stelle e Bababoom Festival sono di fatto diventate “marchi di fabbrica” dell’estate cittadina. Il Natale 2017 ha confermato Fermo come “Città Natale”, una serie di eventi ed allestimenti a tema che hanno attratto in Città numerosissime presenze turistiche con riscontri positivi per le strutture ricettive e per le attività commerciali.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X