facebook twitter rss

Tornano le Giornate Fai di Primavera, l’assessore Pieroni: “Grande impegno per recupero e promozione”

EVENTI - Edizione numero 26 per l'iniziativa nazionale. L'elenco completo dei beni aperti (di cui molti nel territorio della provincia di Fermo) è disponibile sul sito www.giornatefai.it
Print Friendly, PDF & Email

 

Nelle Marche saranno 75 i beni aperti, 3.600 gli apprendisti Ciceroni, 600 i volontari, 5 le delegazioni, 5 i gruppi Fai e 4 i gruppi Fai Giovani per la 26a edizione delle Giornate Fai di Primavera, in programma sabato 24 e domenica 25 marzo.

“La Regione dà grande merito al forte impegno del Fai e in particolare della Delegazione Marche – commenta Moreno Pieroni, assessore regionale al Turismo e alla Cultura – insieme ai tantissimi volontari, per la valorizzazione del nostro patrimonio culturale. Anche nella fase di emergenza del terremoto , in cui le Marche sono state colpite nel 67% del loro territorio, è stato assicurato un grande impegno da parte del Fai per il recupero e la promozione del sistema culturale. Sono sicuro che da un’economia culturale possa ripartire anche l’economia sociale e lo sviluppo dei territori colpiti.

Un esempio concreto di come sta lavorando il Fai per riportare i beni culturali alla fruizione autentica e quindi a rivitalizzare i luoghi, sta nel progetto “ adottato” lo scorso anno per il recupero del il Colle dell’Infinito di Recanati. Ebbene, il Fai ha preso in carico il progetto e in tempi rapidissimi è riuscito a consentire la fruizione degli Orti leopardiani già da quest’anno. Un risultato eccezionale! E nel 2019 , per le celebrazioni dei 200 anni dalla stesura dell’Infinito contiamo di vedere gran parte della realizzazione progettuale. Altro punto da sottolineare la capacità di coinvolgimento dei giovani per un’educazione al senso di appartenenza del bene culturale, per la ricerca propositiva sul patrimonio storico e la divulgazione della nostra identità culturale . Insomma, assicurando una costante vicinanza della Regione alle proposte, il ringraziamento al Fai per il fermento che sa sempre coagulare attorno alla Cultura, perché diventa un valore aggiunto anche per il Turismo.”

L’elenco completo dei beni aperti (di cui molti nel territorio della provincia di Fermo) è disponibile sul sito www.giornatefai.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti