facebook twitter rss

Disturbi del comportamento alimentare,
quando il corpo comunica un disagio

FERMO - Francesca Pierotti presenterà venerdì 13 aprile, a partire dalle ore 17.30 al Caffè Letterario in Piazza del Popolo, il suo libro “Il segno come sintomo. Dal corpo significante al significato del corpo”
Print Friendly, PDF & Email

Verrà presentato venerdì 13 aprile, a partire dalle ore 17.30 al Caffè Letterario in Piazza del Popolo a Fermo, il libro “Il segno come sintomo. Dal corpo significante al significato del corpo” di Francesca Pierotti.

Laureata in Scienze della comunicazione nel 2004 e con un dottorato di ricerca in Semiotica e psicologia della comunicazione simbolica presso l’Università di Siena, la Pierotti è una cultrice della materia presso la cattedra di Semiotica dell’Università di Perugia e collabora con l’Associazione Mi fido di te di Palazzo Francisci di Todi in attività di formazione, prevenzione e cura dei disturbi del comportamento alimentare, svolgendo anche gruppi di scrittura con i pazienti.

Il suo libro va a confutare un’idea ancora oggi molto diffusa, vale a dire l’opinione che i disturbi del comportamento alimentare siano generati in modo quasi esclusivo dalla assoluta necessità di aderire ai canoni di bellezza e agli stereotipi esistenti in società.

Viene presentato un lavoro di ricerca condotto su di un gruppo di pazienti anoressici – reclutati presso una struttura residenziale di cura dei disturbi alimentari – che dimostra come tali disturbi, nello specifico caso l’anoressia, si manifestino nel corpo, ma intendano comunicare un disagio che è ben altro e che, nella quotidianità, rimane muto.

Mettendo in relazione due materie tra di loro spesso di difficile interazione, vale a dire semiotica (scienza del segno) e psicologia, l’autrice ha analizzato la malattia come forma di comunicazione attraverso la quale il corpo manifesta un disagio, per cui la malattia stessa diventa una forma di espressione individuale che, come messaggio, va decodificato.

“Il segno come sintomo” è la testimonianza di come nei disturbi del comportamento alimentare, ma anche in altre forme di disagio, l’anima grida la sua vera essenza e manifesta la sua potenza nel corpo che diviene uno strumento, un foglio su cui scrivere la verità del proprio essere.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti