facebook twitter rss

Concorso Postacchini al via, restituiti a San Ginesio strumenti restaurati dopo il sisma

FERMO - La 25a edizione si aprirà sabato 19 maggio con esibizioni dei violinisti, inaugurazione mostra di liuteria del maestro Dolce e l'iniziativa “Quattro corde per tre paesi ben accordati”
giovedì 17 maggio 2018 - Ore 11:55
Print Friendly, PDF & Email

Sabato 19 maggio alle 20.45 il Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini” prenderà ufficialmente il via con la tradizionale inaugurazione della mostra di violini.

A partire dalle ore 9, al cospetto della giuria presieduta dalla statunitense, Renée Jolles si esibiranno i primi violinisti della categoria D (dai 22 ai 35 anni), ad iniziare dal rumeno Remus Rimbu.

Alle 20.45, al foyer del teatro infatti verrà inaugurata la mostra di liuteria del maestro Alberto Dolce durante la quale si potranno ammirare i preziosi violini della bottega Sorgentone&Mecatti di Firenze custoditi nelle vetrine DACA, Vetrine d’Autore. Tra i violini esposti anche quello che andrà in premio al vincitore assoluto, con l’archetto del M° veneto Walter Barbiero. In mostra poi anche, da donazione privata, le “Preziosità dell’epoca di Andrea Postacchini”, un affascinante viaggio nel mondo del liutaio fermano vissuto tra XVIII e XIX secolo.

A seguire, alla sala Rollina, si svolgerà “Quattro corde per tre paesi ben accordati” che collegherà idealmente Cremona, San Ginesio e Fermo. L’Academia Cremonensis infatti restituirà al Comune di San Ginesio (MC) gli strumenti restaurati del Museo Gentili dopo il danno subito dal terremoto e consegnerà un quartetto di strumenti copie degli esistenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X