facebook twitter rss

Il Comitato sicurezza Annibal Caro incontra la presidente Canigola, confermato lo ‘sfratto’ alla Betti: “Decisioni non più rinviabili”

FERMO - La Presidente Canigola ha confermato l'avvenuta scadenza della convenzione con il Comune di Fermo per la concessione dei locali della Provincia alla scuola Betti e ha dichiarato che i prossimi giorni la vedranno coinvolta in incontri istituzionali, probabilmente decisivi,
Print Friendly, PDF & Email

 

Si è svolto ieri, 3 luglio,  l’incontro chiesto dal Comitato per la Sicurezza del Liceo Classico Annibal Caro con la presidente della Provincia Moira Canigola.
Nel corso del colloquio il Comitato, preoccupato per le modalità in cui si è chiuso questo anno scolastico e il repentino avvicinarsi del prossimo ha richiesto alla Presidente Canigola le risultanze ufficiali dei controlli effettuati dalla ditta incaricata sullo stabile di via Leopardi dopo la chiusura dello scorso 22 maggio, affermando la propria contrarietà a soluzioni ipotizzate di utilizzo, anche solo parziale, dell’edificio con zone interdette e zone accessibili.

Il Comitato ha inoltre ribadito la propria assoluta contrarietà: “Ad ipotesi di ricorso a doppi turni in una situazione che ormai non può più ritenersi emergenziale” E’ stata richiesta alla Provincia una soluzione certa e definita, seppur temporanea, per l’ubicazione del Liceo Annibal Caro, nell’attesa della costruzione della nuova sede per la quale si auspica un procedere senza ritardi.

La presidente Canigola, nel recepire le richieste del Comitato, ha confermato l’avvenuta scadenza della convenzione con il Comune di Fermo per la concessione dei locali della Provincia alla scuola Betti e ha dichiarato che i prossimi giorni la vedranno coinvolta in incontri istituzionali, probabilmente decisivi, per definire le problematiche e dare risposte concrete e immediatamente realizzabili.
Presidente della Provincia che ha convenuto con il Comitato  che non è più possibile affidarsi a soluzioni interlocutorie che possano riportare gli studenti del Liceo ad affrontare ancora doppi turni, sia per brevi che per lunghi  periodi e ha informato il Comitato che non è stata ancora depositata la perizia della ditta incaricata dei sopralluoghi, perizia che per la complessità dello stato dei luoghi ha richiesto tempi più lunghi di quelli ipotizzabili inizialmente. Le parti si sono lasciate con l’accordo di rivedersi entro pochi giorni al fine di relazionare sugli esiti degli incontri, dei sopralluoghi e delle decisioni ormai non più rinviabili.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page



1 commento

  1. 1
    Flora Rossi il 4 Luglio 2018 alle 15:31

    Il titolo è fuorviante ,non siete corretti: fate intendere che lo sfratto della Betti e lo spostamento del liceo classico siano collegate, ma questo è solo il desiderio di alcuni che hanno dei problemi con la realtà.
    Più di duemila firme a sostegno della sede attuale del liceo classico sono una notizia ben più corposa di questi deliri anonimi.

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X