facebook twitter rss

Il bilancio della Contesa, Gramigna soddisfatta: “Sold out sugli spalti, corteggio migliorato, grandi emozioni in campo”

SANT'ELPIDIO A MARE - La presidente dell'Ente organizzatore si complimenta con i vincitori, ma anche con gli ultimi arrivati: "San Giovanni spesso sfortunata negli ultimi anni, ha avuto la tenacia di insistere e ha vinto con merito, Santa Maria quarta, ma di nuovo competitiva, ha avviato un percorso con tanti giovani e presto raccoglierà risultati"
martedì 14 Agosto 2018 - Ore 19:27
Print Friendly, PDF & Email


Dal miglioramento nel corteggio al tutto esaurito sugli spalti, fino allo spettacolo visto in campo, l’edizione numero 66 della rievocazione storica più antica delle Marche è stata da incorniciare secondo la presidente dell’Ente Contesa Alessandra Gramigna. Il clou delle manifestazioni 2018 è alle spalle e il bilancio non può che essere positivo, visto l’incremento di presenze sia a Città Medioevo, tre settimane fa, che per l’evento di domenica. “Abbiamo registrato la massima affluenza possibile che ci era stata consentita allo stadio Mandozzi per ragioni di sicurezza, molte altre persone sono rimaste ad assistere alle gare dalle recinzioni – commenta Gramigna – La partecipazione è stata elevata sia da parte degli elpidiensi che dei visitatori. Credo che si sia fatto molto per migliorare la qualità del corteggio e ringrazio per l’impegno tutte le contrade e delegazioni foranee. Certo, con più di 1000 figuranti possono esserci state delle imperfezioni, ma ora parliamo di sbavature da correggere, non di cose macroscopiche. Mi complimento in particolare con la responsabile della sfilata, Mariangela Bramucci, che ha svolto un lavoro eccellente, di cui si sono potuti apprezzare i risultati. C’è stata più cura dei dettagli e delle acconciature. Inoltre l’introduzione di ulteriori abiti, ispirati ad opere pittoriche di caratura internazionale, ha ulteriormente qualificato il corteggio”.

Sul gioco andato in scena domenica sera, la presidente parte dai complimenti ai vincitori. “Se non è stata una Contesa eccezionale sotto l’aspetto squisitamente tecnico, come alcuni hanno osservato, lo è stata senza dubbio dal punto di vista delle emozioni ed è la cosa che conta di più. Congratulazioni alla Nobile contrada San Giovanni che è tornata a conquistare il Secchio dopo 8 anni. La loro squadra è sempre stata molto competitiva negli ultimi anni, ma spesso sfortunata, hanno avuto la tenacia di insistere ed hanno centrato un successo indubbiamente meritato. Complimenti in particolare alla presidente Maide Bracciotti, che ha svolto un ottimo lavoro di ricostruzione della contrada, le auguro di proseguire ancora a lungo la sua attività”. Elogi ai vincitori, ma anche un incoraggiamento a chi è arrivato ultimo: “La Magnifica Santa Maria ha chiuso al quarto posto – osserva la Gramigna – ma credo si sia vista una formazione di nuovo competitiva, che ha pagato un po’ di inesperienza, avendo inserito diversi giovani. Hanno avviato un progetto a medio termine che, sono convinta, regalerà presto soddisfazioni ai contradaioli azzurri”.

Mentre si tirano le somme dell’edizione numero 66, tra i rossi, dopo i baccanali proseguiti fino all’alba di lunedì, si programmano i festeggiamenti dopo un ritorno al successo atteso a lungo. Potrebbero essere ben due le feste per la vittoria, una prima della fine dell’estate, all’aperto in piazza Gramsci, un’altra nella sede di contrada nel momento in cui verrà apposta al secchio, come da tradizione la targhetta celebrativa del successo 2018.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X