facebook twitter rss

Baldelli (Fi): “Tre impegni per il Governo:
nomina del commissario e proroghe
struttura e contratti di chi ci lavora”

TERREMOTO - Il vicecapogruppo FI alla Camera dei Deputati ha presentato un ordine del giorno. Tra stanotte e domani il Governo dovrebbe rispondere sulle questioni sollevate dal deputato
giovedì 13 settembre 2018 - Ore 16:37
Print Friendly, PDF & Email

Simone Baldelli

Il vicecapogruppo FI alla Camera dei Deputati, Simone Baldelli ha presentato un ordine del giorno al Milleproroghe che impegna il governo a nominare un commissario straordinario per la ricostruzione, a prorogare la struttura commissariale e, di riflesso, a prorogare i contratti a tempo determinato delle circa mille persone che lavorano nella struttura stessa: “L’articolo 9 del disegno di legge in esame, prevede alcune misure per la proroga e l’estensione di termini in materia di eventi sismici, gran parte delle quali sono state introdotte durante l’esame del provvedimento al Senato. L’esame del testo alla Camera ha visto, invece – spiega il vicecapogruppo Fi alla Camera – una totale chiusura da parte del Governo e della maggioranza ad accogliere qualunque altra norma che andasse incontro alle molte esigenze delle popolazioni dei territori colpiti dal sisma rimaste ancora in sospeso.

Governo e maggioranza hanno perso un’altra occasione per prorogare la struttura commissariale e i circa 1000 contratti a tempo determinato di lavoratori impegnati anche sul territorio, rinunciando così a garantire da subito una indispensabile continuità d’azione”.

Da qui l’ordine del giorno con cui si impegna il governo a “prendere quanto prima una decisione chiara sulla figura del commissario, superando l’attuale precarietà del regime di prorogatio, e ad intervenire al più presto sul piano normativo su temi di interesse centrale per le popolazioni colpite del terremoto, come quello della continuità della struttura commissariale, che scadrebbe il 31 dicembre 2018, e sui contratti dei lavoratori a tempo determinato, circa un migliaio, attualmente impegnati sull’emergenza nella struttura commissariale, negli Uffici speciali per la ricostruzione e nei Comuni, e ai quali è necessario dare certezze professionali e continuità di servizio per i prossimi anni“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X