facebook twitter rss

Tornano sui banchi oltre 1.400 alunni
di Infanzia, Primaria e Secondaria

SANT’ELPIDIO A MARE - La novità dell’ultima ora è rappresentata dal trasferimento delle tre sezioni della scuola per l’Infanzia di Casette d’Ete in due diversi plessi nei quali sono disponibili delle aule
giovedì 13 settembre 2018 - Ore 14:05
Print Friendly, PDF & Email

Conto alla rovescia a Sant’Elpidio a Mare per l’avvio del nuovo anno scolastico per 1438 alunne ed alunni che popoleranno le sedi scolastiche del Capoluogo, Castellano, Cascinare, Piane Tenna tra scuole per l’Infanzia, Primaria e Secondaria. Sessantasei le sezioni attivate di cui 34 per la scuola Primaria, 19 per la scuola Secondaria e 13 per la scuola dell’Infanzia.

La novità dell’ultima ora è rappresentata dal trasferimento delle tre sezioni della scuola per l’Infanzia di Casette d’Ete in due diversi plessi nei quali sono disponibili delle aule, scelta non semplice ma necessaria alla luce della presa d’atto della mancanza di documentazione attestante la sicurezza della struttura di Casette d’Ete, documentazione che la proprietà non è stata in grado di produrre. A ciò si somma anche la comunicazione effettuata da parte dell’Avendo Srl che gestisce il servizio mensa nella scuola di Casette con la quale comunica l’assenza di alcune attrezzature necessarie per il regolare svolgimento del servizio e che in precedenza erano invece presenti. L’Ati formata da Avendo e Grill Cross ha comunicato, pertanto, la decisione di interrompere il servizio di somministrazione pasti in multiporzione presso la mensa di Casette d’Ete a causa di tali problematiche.

“Alla luce di tutto ciò, la Giunta ha valutato la situazione e per garantire la massima sicurezza delle bambine e dei bambini, disponendo per quest’anno di spazi di nostra proprietà, abbiamo optato per il trasferimento della sezione dei treenni presso la scuola per l’infanzia di Castellano mentre le sezioni successive saranno spostate presso la scuola per l’Infanzia del Capoluogo – dice il sindaco Alessio Terrenzi – Il tutto garantendo il mantenimento del gruppo classe così come già organizzato a seguito delle iscrizioni. Riteniamo questa una soluzione percorribile sia per una riduzione del rischio che direttamente produce una maggiore sicurezza, che per economicità. Per attenuare disagi alle famiglie questa Amministrazione comunale intende garantire il servizio di trasporto scuolabus gratuito per coloro che, rimanendo a Casette d’Ete, non avrebbero comunque fruito del servizio mentre restano invariate le condizioni per quanti, invece, del servizio scuolabus avrebbero comunque fruito per gli spostamenti a Casette d’Ete. Si tratta di una scelta momentanea dell’anno scolastico 2018/2019, motivata dalle necessità come sopra emerse e soggetta a rivalutazione nel momento in cui sarà prodotta dalla proprietà la documentazione richiesta”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X