facebook twitter rss

Carlotta nuovo volto delle Marche?
Ceriscioli ci pensa
Pieroni: “È la nostra ambasciatrice di bellezza”

ANCONA - Le congratulazioni del presidente della Regione Marche e dell'assessore alla Cultura e al Turismo per la vittoria della 26enne di Montegiorgio al concorso di Miss Italia
martedì 18 settembre 2018 - Ore 17:27
Print Friendly, PDF & Email

“Ho molto apprezzato che la nuova Miss Italia abbia subito avuto un pensiero per la sua regione e i terremotati. Ho già chiesto al Servizio Turismo di contattarla perché sarebbe una buona cosa avere il suo volto per la promozione dell’immagine delle Marche. Noi parliamo della bellezza della nostra regione e penso che nel ruolo di Miss, inteso non solo in senso estetico, si possa simbolicamente raccontare anche la bellezza delle Marche”. Lo ha detto il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli commentando l’elezione a Miss Italia di Carlotta Maggiorana, 26 anni, originaria di Montegiorgio.

Dopo i complimenti di Ceriscioli, anche l’assessore Moreno Pieroni ha voluto inviare le congratulazioni alla nuova Miss Italia: “Se lo slogan scelto per promuovere la regione è stato quest’anno “le Marche, un viaggio nella bellezza”, niente di più indovinato poteva esserci per la conquista del titolo di “più bella d’Italia” da parte di una ragazza marchigiana al concorso di Miss Italia 2018”. A lei vanno quindi le congratulazioni più sentite della Regione Marche e dei marchigiani per questo titolo che conferma per la quarta volta che la bellezza risiede nelle Marche!”

“Insomma – prosegue Pieroni – abbiamo una vera ambasciatrice della Bellezza che potrà rappresentare non solo in Italia l’immagine della nostra terra. Ci piace pensare, infatti, che una bellezza così classicamente italiana e moderna insieme, sia proprio la rappresentazione del mix marchigiano: antico e moderno che convivono nell’armonia dei paesaggi, bellezza dell’arte, buon cibo e qualità della vita, in una parola il ben vivere. A dimostrazione che oltre la bellezza ci sono altri valori, anche la sensibilità di Carlotta che ha dedicato la sua vittoria al padre scomparso e alla sua regione, ferita dal terremoto. E proprio da Pievetorina, uno dei Comuni più colpiti dal sisma, era partito il suo percorso verso la vittoria. Ecco, pensiamo che anche questo possa essere in qualche modo un simbolo della tenacia e della determinazione dei marchigiani a rialzarsi per arrivare a conquistare i traguardi più ambiti.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X