facebook twitter rss

”Renato Rocchetti” in
luce anche a San Benedetto
del Tronto

ATLETICA - I portacolori dell'associazione sportiva sangiorgese hanno messo in luce prestazioni graffianti sulla pista di atletica picena in merito alle competizioni per l'assegnazione dei vari titoli regionali
venerdì 21 settembre 2018 - Ore 16:31
Print Friendly, PDF & Email

Angelica Ghergo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP) – La pista rivierasca ha incoronato i campioni regionali 2018 dalla categoria cadetti alle promesse, in una due giorni di gare in cui gli atleti del Team Atletica Marche e dell’Atletica Sangiorgese “Renato Rocchetti” hanno saputo essere protagonisti, a partire dalle under 18.

Le allieve infatti hanno portato a casa il bottino più consistente, sei titoli.

L’osimana Angelica Ghergo, finalista ai Campionati Europei di Gyor, ha messo la sua firma sui 400 m, corsi autorevolmente in 56’’38 (ma è stata autrice di un tempo strepitoso anche nei 400 m ostacoli, 1’00’’74).

Greta Rastelli si è confermata velocissima, con l’oro in 12’’28 sui 100 m, mentre 1,67 m è la misura saltata dalla primatista regionale Benedetta Trillini, bronzo ai Campionati Italiani, per sconfiggere le avversarie nel salto in alto.

Sul primo gradino del podio sono salite anche Sara Santinelli (200 m) 27’’99 e Irene Pesaresi, che ha corso i 100 m ostacoli in 15’’49 (anche al maschile la vittoria sugli ostacoli è andata alla TAM, con Simone Romagnoli).

È arrivato poi il successo di squadra della 4×100 m, con le frazioniste Rastelli, Trillini, Del Gatto e Santinelli, che hanno fermato il cronometro a 49’’88. Tra gli junior, Giorgio Olivieri è stato autore di un vero e proprio capolavoro, con il nuovo primato italiano nel lancio del martello, 77,21 m.

È stato due volte d’oro Federico Falappa: sui 400 m, 51’’74, e sugli  800 m, 1’59’’67. Il salto in lungo è stato terreno di conquista per Fabio Santarelli, atterrato a 6,84 m, e il giavellotto di Cristian Prioteasa, 52,49 m.

Al femminile, Greta Luchetti ha conquistato i titoli dei 100 m e dei 400 m, sempre con ostacoli. Tra le promesse è arrivata la conferma di Gabriele Rossi Sabatini, finalista ai Campionati Italiani assoluti, che ha fatto volare il suo disco a 50,66 m.

Nelle gare degli under 16, ancora una volta Martina Cuccù ha distanziato le avversarie: sugli 80 m ostacoli, ha fatto registrare il crono di 11’’57, a soli 7 centesimi dal suo primato personale, anche record regionale, nonostante un robusto vento contrario; ha poi corso gli 80 m in 10’’11.

Francesca Cuccù è andata più lontana di tutte nel salto triplo, con la misura di 10,66 m, mentre Simone Guidotti ha vinto il lungo con 6,17 m, a un solo centimetro dal suo miglior risultato.

Per le sorelle Cuccù non ci sarà neanche il tempo di riprendere fiato, perché le due ragazze della Sangiorgese sono attese ad un importante evento, il “42° Memorial Musacchio” di Isernia, trofeo nazionale per rappresentative di otto regioni italiane.

 

Articolo correlato: 

Record italiano a San Benedetto, esulta Giorgio Olivieri


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X