facebook twitter rss

Sicurezza, illuminazione e rischio allagamenti, i timori dei residenti di via Cadore

PORTO SANT'ELPIDIO - Diverse le segnalazioni di manutenzioni da effettuare lungo la via al quartiere Faleriense, dove si attende un'opera di miglioramento delle fognature che eviti allagamenti come quello avvenuto tre settimane fa
lunedì 24 settembre 2018 - Ore 18:04
Print Friendly, PDF & Email

Illuminazione e alberi da potare, avvallamenti del manto stradale e sicurezza, ma soprattutto il rischio allagamenti in caso di maltempo, come evidenziato qualche settimana fa. Sono diversi i problemi segnalati da alcuni residenti di via Cadore, una traversa della Statale Adriatica alla Faleriense. Proprio in quella strada si registra uno dei punti più critici del sistema fognario cittadino, dove convergono, in caso di piogge intense, le acque del quartiere San Filippo.

All’inizio del mese diversi condomini e garage sono finiti sott’acqua ed i segni alle pareti di quel nubifragio sono ancora evidenti. “Proprio la scorsa settimana – notano gli abitanti di un condominio in fondo alla via – gli operai del Comune hanno effettuato la pulizia delle caditoie davanti alle nostre abitazioni. Ci fa piacere siano intervenuti, ma la cosa che non torna è che lo chiedevamo da tempo ed in municipio ci è stato sempre risposto che si trattava di una caditoia privata e non di loro competenza. Speriamo comunque che si investa per un intervento sulle fognature di questa zona, anche perchè andiamo incontro alla stagione invernale ed episodi come quello di inizio mese possono tranquillamente accadere di nuovo”.

Diverse le segnalazioni inoltrate dai residenti, tutte risolvibili senza investimenti onerosi per le casse comunali. Si fa presente la scarsa luminosità della zona, provocata in particolare da un albero dalle fronde fitte che coprono un lampione, e di cui a più riprese è stata chiesta una potatura. “Abbiamo anche il palo della luce danneggiato con dei fili scoperti potenzialmente pericolosi, ci piacerebbe inoltre che fosse sistemata con un massetto l’isola verde che separa le due corsie di strada”. Precario anche l’asfalto, che presenta avvallamenti piuttosto evidenti in più punti, specie a ridosso di uno stop.

Tra i temi che preoccupano gli abitanti della zona anche quello della sicurezza. L’incrocio della Statale con via Cadore è frequentemente presidiato di notte da prostitute, “che all’arrivo delle forze dell’ordine scappano sempre verso il piccolo sottopasso ferroviario alla fine della via, dove vediamo spesso aggirarsi figure sospette che non ci lasciano dormire sonni tranquilli”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X