facebook twitter rss

Sanità fermana, Lanfranco (Cgil Fp):
“I problemi dei lavoratori si affrontano
sui tavoli deputati al confronto”

FERMO - Il segretario Fp Cgil: "Accanto alle proteste il sindacato dovrebbe cambiare metodo ed avviare un confronto partecipativo e propositivo e fornire anche delle proposte"
Print Friendly, PDF & Email

Roberto Lanfranco

“La Fp Cgil esprime perplessità per i toni usati negli ultimi giorni a mezzo stampa e non nelle sedi deputate. Non vorremmo che si strumentalizzino i problemi dei lavoratori e la salute dei fermani” questo il parere del segretario della Funzione Pubblica Cgil, Roberto Lanfranco.

“A livello nazionale e a cascata in ogni realtà sanitaria locale si assiste ad un disinvestimento nel Servizio sanitario pubblico. E’ un momento difficile, complicato, si mettono in campo mobilitazioni sindacali unitarie ma accanto alle proteste il sindacato dovrebbe cambiare metodo ed avviare un confronto partecipativo e propositivo e fornire anche delle proposte.

La vicenda è ormai nota: la scadenza contrattuale di 13 operatori socio sanitari e la paventata riorganizzazione dei dipartimenti medico e chirurgico hanno sollevato preoccupazioni che la stessa Rsu aveva esternato con forza anche per le ricadute a cascata su tutto il sistema assistenziale.

Per questo motivo è stato fatto un comunicato congiunto della Rsu e convocata una assemblea molto partecipata dagli operatori socio sanitari durante la quale le rappresentanze sindacali hanno potuto raccogliere le problematiche e le proposte. E’ stato chiesto alla direzione di convocare una ulteriore Rsu aziendale che si terrà, salvo imprevisti, la prossima settimana.
Si prende atto della proroga di due mesi che l’azienda ha determinato nei giorni scorsi a seguito delle istanze sindacali ma non basta. C’e’ ancora da garantire gli istituti contrattuali ai lavoratori e su questo saremo determinati.

La Fp Cgil e la Rsu aziendale saranno presenti all’incontro perché i problemi dei lavoratori, come ci hanno insegnato, si risolvono sui tavoli deputati al confronto. Confronto che potrà essere aspro, duro ma leale e diretto tenendo conto del fatto che i rappresentanti Cgil dei lavoratori sono lì per cercare di risolvere i problemi degli operatori e di tutti coloro che usufruiscono dei servizi della sanità fermana.
Il 13 aprile saremo in piazza ad Ancona insieme alle altre sigle per dire al governo e alla Regione che la salute è un diritto e il sistema salute e’ essenziale per lo sviluppo della comunità marchigiana. La Regione ci ascolti sul Piano Socio Sanitario e accolga le nostre richieste di modifica. La vertenza è regionale e sabato in piazza parleremo alla Regione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X