facebook twitter rss

Fatti e personaggi storici di Firmum Picenum tratteggiati dallo speleologo Spagnoli

FERMO - Tra i personaggi presenti nel libro troviamo ad esempio Lucio Equizio, Pompeo Strabone, Lucio Tarunzio, Gneo Pompeo Magno
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Si intitola Cronache e Personaggi dell’antichità di Firmum Picenum, il nuovo libro di Massimo Spagnoli, speleologo appartenente al gruppo in forza al Club Alpino Italiano di Fermo e studioso di storia locale. Capita spesso di incontrarlo in piazza del Popolo mentre si reca alla locale biblioteca civica Romolo Spezioli, dove porta avanti la sua attività di ricerca e documentazione. Percorso di conoscenza che ha portato alla pubblicazione di circa 100 pagine ricche da una parte di avvenimenti narrati attraverso il confronto tra opinioni di cronisti del passato, dall’altra di illustri personaggi che hanno popolato Firmum Picenum in quelle epoche, come si legge anche nella prefazione scritta dal professor Giuseppe Rossi. L’epoca in questione è quella che va dal II secolo a.C al II secolo d.C. Una storia locale narrata per arricchire le conoscenze dei fermani di oggi, andando a rafforzarne l’identità. Da una parte, quindi, ci sono i “Profili e frammenti di storie ignorate”, dall’altra i “Personaggi dell’antichità di Firmum Picenum”.

“La base da cui partire sono le ricerche svolge da parte del Gruppo Speleo sia in ambienti ipogei che non, di Fermo – spiega Massimo Spagnoli – per arrivare a rovine, ruderi, acquedotti sotterranei, lapidi ed epigrafi. I fatti storici sono trattati partendo dalle notizie fattuali e da dati di fatto. I personaggi tratteggiati, inoltre, vanno a costituire parte della storia di Firmum, fornendo un resoconto storico, in parte diverso da quello conosciuto da tempo”, afferma l’autore, Massimo Spagnoli.

Tra le notizie che vi si possono leggere c’è il nome del colle sul quale sorge Fermo, non Sabulo come sostenuto da molti fino a oggi bensì Sabio. Quindi è possibile fare un viaggio in luoghi della città tra cui l’anfiteatro, la piazza grande, passando per il ritrovamento di una statua del dio Bacco durante i lavori di ampliamento della via oggi intitolata a Lattanzio Firmiano. Tra i personaggi troviamo alcuni di quelli che oggi danno i nomi ad alcune vie della città come ad esempio Lucio Equizio, Pompeo Strabone, Lucio Tarunzio, Gneo Pompeo Magno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti