facebook twitter rss

Ospedale di Amandola,
Ceriscioli: “Tempi rispettati”
Pubblicazione di avviso del bando

AMANDOLA - Il governatore delle Marche: "Restituiamo ad un territorio così duramente colpito dal terremoto un ospedale strategico per tutta l'area montana dei Sibillini che tornerà ad avere servizi sanitari che rispondono ai bisogni dei marchigiani"
Print Friendly, PDF & Email

“Verrà pubblicato domani in gazzetta ufficiale italiana l’avviso per il bando del nuovo ospedale di Amandola. Si prevede che l’aggiudicazione si possa concludere entro il 2019. I lavori previsti dovrebbero terminare in due anni, salvo riduzioni offerte in fase di gara. L’importo totale investimento finanziario è 18.800.000 euro: Ricostruzione sisma 13.800.000 euro – donazione privata Rosneft 5.000.000 euro. I posti letto sono 40 (di cui 7 tecnici) più 40 di Rsa”. E’ quanto annunciano dalla Regione.

“Sta arrivando il nuovo Ospedale dei Sibillini. Ringrazio tutti quelli che in questi mesi hanno lavorato alacremente affinché tutto andasse per il verso giusto. Sono molto soddisfatto di questo percorso che ha coinvolto molti soggetti. Grazie anche alla consistente donazione privata del gruppo Rosneft, l’importo complessivo di tutta l’operazione è di oltre 18 milioni di euro. Restituiamo ad un territorio così duramente colpito dal terremoto un ospedale strategico per tutta l’area montana dei Sibillini che tornerà ad avere servizi sanitari che rispondono ai bisogni dei marchigiani. Il Comune ha saputo lavorare in parallelo all’attività della Regione. C’è stata grande qualità nel governare il percorso facendo azioni in parallelo. L’Ufficio della ricostruzione, con l’architetto Bartoli, ha seguito progetto e validazione, nel contempo variante, acquisizione del terreno, bonifica bellica: sono stati uccisi tanti tempi morti. Ciò significa che tra bando, 60 giorni per i privati, valutazione e affidamento il cantiere partirà entro l’anno” precisa Ceriscioli.

Il governatore Luca Ceriscioli

IL PERCORSO
“Il 14 luglio 2017 – ricapitolano dalla Regione – è stato stipulato il contratto di donazione da parte della Rosneft che ha messo a disposizione 5 milioni per il progetto.
In data 26 ottobre 2017 è pervenuta una proposta di sponsorizzazione ai sensi dell’art. 19 del d. lgs. 50/2016 da parte della Kos care srl per la fornitura del servizio di architettura e ingegneria di progettazione esecutiva relativo alla realizzazione dei lavori di costruzione del complesso sanitario e socio – sanitario denominato Nuovo Ospedale nel Comune di Amandola.
E’ stato pubblicato l’Avviso pubblico sul sito regionale nella sezione Avvisi pubblici e sul Bur Marche del ricevimento della proposta descritta a seguito del quale, non essendo pervenute altre offerte, è stata dichiarata aggiudicataria della sponsorizzazione la Kos care SRL.
I professionisti incaricati hanno consegnato il progetto definitivo il 26 ottobre 2018; ultimato in data 14 novembre 2018 il controllo da parte dell’ente verificatore (Consorzio di Bonifica delle Marche).
E’ stata convocata dall’Usr in data 5 dicembre 2018 una Conferenza dei servizi che ha avuto esito positivo.
Il progetto esecutivo, consegnato il 28 dicembre 2018 ed aggiornato a seguito delle richieste formulate in fase di verifica mediante quattro successive revisioni elaborate dal 18 febbraio 2019 al 2 maggio 2019, è stato verificato in data 20 maggio 2018 e validato dal Rup in data 21 maggio; successivamente il Direttore dell’Ufficio Ricostruzione Sisma Marche ha approvato definitivamente il progetto per l’importo di  18.800.000 euro
Il 12 luglio 2019 il Dirigente della P.F. Accreditamenti ha trasmesso il proprio Decreto n. 21 5 del 10 luglio 2019 attestante la Compatibilità e congruità regionale per l’autorizzazione alla realizzazione del nuovo Ospedale di Amandola.
L’Anac con nota del 15 luglio 2019 ha attestato di non avere nulla da osservare sulla documentazione trasmessa ai fini della verifica preventiva di legittimità in merito al bando di gara.
Con Decreto del dirigente della P.F. Edilizia sanitaria ed ospedaliera il 22 luglio 2019 è stato approvato il progetto esecutivo e avviato l’appalto mediante gara europea, con procedura telematica e aperta”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti