facebook twitter rss

Presidio del comitato 5 Luglio:
“Mattarella non firmi
il decreto-legge Sicurezza bis”

FERMO - Questa mattina, davanti alla prefettura, il presidio. Al termine, consegnata alla prefettura una copia dell'appello della presidentessa dell'associazione partigiani, Carla Nespolo
Print Friendly, PDF & Email

“Raccogliendo l’invito dell’Anpi, si è svolto oggi, davanti alla Prefettura di Fermo, un presidio del comitato antirazzista ‘5 Luglio’, per protestare contro la disumanità e l’incostituzionalità del decreto-legge “Sicurezza bis” e per chiedere al Presidente Mattarella, come sta avvenendo in tutta Italia anche con l’invio di email al Quirinale, di non firmare tale decreto che viola palesemente,  come sostengono anche insigni costituzionalisti, in particolare gli articoli 2 e 10 della Carta costituzionale e che determinerebbe una grave involuzione antidemocratica del nostro Paese”. E’ quanto comunicano dallo stesso comitato 5 Luglio.

“E’ stato letto l’appello di Carla Nespolo (presidentessa nazionale dell’Associazione Partigiani), che tra l’altro scrive: ‘Invitiamo tutti a dar vita ad ogni forma possibile, pacifica ma ferma, di protesta. Quando si tradisce la Costituzione è il momento della resistenza‘. Al termine, è stata consegnata una copia di questo appello alla Prefettura”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X