facebook twitter rss

Ambiente, Ciarrocchi tira le somme del 2019: “Balzo in avanti della differenziata, Fermo è più verde”

FERMO - Alessandro Ciarrocchi : "Nel tracciare il bilancio dell’anno appena trascorso ma anche di questi ormai quasi 5 anni di amministrazione non posso che dirmi orgoglioso del personale che lavora in questo settore, a cui va il principale merito dei risultati conseguiti, primo su tutti l’approvazione ed il riconoscimento dei cittadini"
Print Friendly, PDF & Email

 

L’assessore Alessandro Ciarrocchi

“Balzo in avanti della percentuale di raccolta differenziata ed introduzione della premialità, gestione ottimizzata del verde pubblico e conferma degli standard qualitativi dei servizi di pulizia della città, monitoraggio elettromagnetico, sviluppo del principio di sussidiarietà, riqualificazione dei quartieri e delle aree verdi e tanti progetti realizzati con la società partecipata, le scuole e le associazioni per un settore ormai all’avanguardia”. Questo in estrema sintesi il bilancio annuale del 2019 (e non solo) del settore ambiente  del Comune di Fermo.

A fare il punto è l’assessore all’Ambiente Alessandro Ciarrocchi che spiega: “I propositi per l’anno appena trascorso erano quelli di confermare i risultati conseguiti nelle prime tre annualità: alti standard qualitativi dei servizi forniti dalla partecipata (spazzamento, verde, spiaggia), conseguimento dell’ennesima Bandiera Blu, aumento della raccolta differenziata ed ottimizzazione dei servizi di raccolta e smaltimento rifiuti, riqualificazione di ulteriori aree verdi e sviluppo dei tanti progetti messi in campo con la associazioni cittadine e gli istituti scolatici.  Tutti ciò potrebbe sembrare ai più scontato o comunque di agevole realizzazione, invece presuppone un lavoro capillare ed attento per il quale mi sento di ringraziare tutti quelli che hanno permesso di raggiungere per l’ennesimo anno risultati eccellenti: gli uffici comunali con il dirigente ed i funzionari, la partecipata Asite con tutti i suoi dirigenti e dipendenti, ma anche le associazioni (ambientaliste e non), gli istituti scolatici e non da ultimo i cittadini che a vario titolo hanno contribuito ai progetti ed alle iniziative proposte . Il bilancio annuale è estremamente positivo ed il costante apprezzamento della cittadinanza per i servizi offerti è il miglior premio per l’impegno profuso”.

RIFIUTI: CRESCE LA RACCONTA DIFFERENZIATA

“Iniziando dal tema rifiuti – spiega Ciarrocchi –  l’ormai completata copertura capillare di tutto il territorio comunale con il servizio di raccolta differenziata ha permesso finalmente di superare nella seconda metà dell’anno 2019, la fatidica soglia del 65% su base mensile. In attesa di ricevere il dato complessivo annuale, è possibile già valutare un miglioramento rispetto all’anno 2018 di quasi otto punti percentuali. I buoni risultati conseguiti grazie alla fattiva collaborazione dei fermani ci hanno indotto a pensare fin da ora all’introduzione di istituti premiali per i cittadini più virtuosi, che ben presto potranno ricevere un giusto e concreto riconoscimento per la loro collaborazione al bene comune. L’auspicio di tutti è quello della raccolta puntuale (tariffa rifiuti collegata alla quantità e qualità conferita), progetto a lungo termine che però deve fare i conti con la particolare conformazione morfologica del territorio, che rende necessario il ricorso a più sistemi di raccolta rifiuti (il servizio Porta a Porta, le isole ecologiche informatizzate nonché isole ecologiche mobili) e dunque impone una particolare strategia per realizzare l’obiettivo. Intanto però già da fine Gennaio saranno messe in campo le prime iniziative premiali”.

IL FUTURO DELLA DISCARICA SAN BIAGIO

L’assessore tocca il tema discarica:”Rimanendo al tema rifiuti e passando a CIGRU, segnalo come presso la Discarica di San Biagio, a fronte di un sensibile riduzione delle quantità di rifiuti abbancati (con sostanziale azzeramento dei conferimenti da fuori Regione), sono stati effettuati ingenti investimenti per realizzare opere di efficientamento degli impianti e minimizzazione dell’impatto odorigeno, inoltre è stato completato l’ammodernamento dell’impianto di trattamento TMB, mentre sono in corso i lavori di ampliamento di volumetrie mediante sormonto. E’ stato avviato il rinnovamento del parco mezzi, azione necessaria per fornire ai dipendenti migliori condizioni di lavoro. Finalmente sta entrando nella fase autorizzativa anche il progetto del biodigestore anaerobico, per il quale a breve sarà convocata un’ulteriore commissione informativa. Sempre ottima la recettività e crescente l’apprezzamento dei cittadini per il Centro del Riuso, che oltre a fornire un valido sostegno a qualche famiglia in difficoltà, sta contribuendo alla formazione di una cultura della riduzione dei rifiuti mediante riciclo degli stessi. Il centro ha iniziato la sua attività nel mese di Dicembre del 2018 nei due container adibiti a tale scopo presenti nelle immediate vicinanze dell’Isola Ecologica di Contrada San Martino, come espressamente indicato dalle direttive regionali. Un locale è adibito ad ufficio ed all’accoglienza degli utenti mentre l’altro, più ampio, è destinato a contenere gli oggetti consegnati dalla cittadinanza. La gestione è in parte affidata alla Società ECOAMA Cooperativa Sociale di tipo B con la quale l’Asite ha un contratto di collaborazione annuale. Molto apprezzato il sito on-line che è stato visitato da migliaia di utenti”.

LA COLLABORAZIONE CON LE SCUOLE: EDUCARE ALLA CULTURA DELL’AMBIENTE

Un altro elemento portante del mandato è stata l’educazione all’ambiente: “Con questo ed altri progetti di sensibilizzazione nelle scuole (ne cito solo alcuni, quali ad esempio il primo esperimento di raccolta differenziata in un istituto superiore quale l’IPSIA, il “greengame” con giochi ecologici a tema presso le scuole medie, le lezioni degli agronomi con tanto di arrampicate sugli alberi presso le scuole elementari, tutti progetti accolti con entusiasmo e partecipazione dai ragazzi coinvolti) contiamo di creare una crescente cultura dell’ambiente nelle nuove generazioni. Proprio per questo obiettivo sono sempre crescenti le iniziative didattico ambientali portate avanti con le associazioni ambientaliste e gli istituti scolatici (“Puliamo il mondo”, “Puliamo i quartieri” “Cittadino Attivo”, PaPPa Fish“ ecc) sul tema eco-sostenibilità. Allo stesso modo è sempre attiva la promozione di iniziative pubbliche che invitano all’uso della bicicletta, al pedibus (accompagnamento pedonale degli alunni) o al car sharing (condivisione di passaggi in automobile) per le scuole di Fermo, all’uso di mountain-bike su percorsi campestri, con l’obiettivo di incentivare la realizzazione di piste ciclo-pedonali da parte degli uffici tecnici e di pianificazione del territorio. Di concerto con gli altri assessorati sarà riproposto l’ormai famoso Ecoday”.

I SERVIZI: PULIZIA, MANUTENZIONE VERDE E JOVA BEACH PARTY

Alessandro Ciarrocchi tocca poi il tema dei servizi ai cittadini e per il decoro della città: “”Venendo ai servizi, mi sia concessa una citazione al sempre trascurato settore spazzamento: la cura ed il decoro della città parte da queste piccole azioni degli operai Asite. Oltre alla cura ordinaria della città, abbiamo pensato di garantire la presenza di un operatore ecologico durante le varie manifestazioni, al fine di creare una mini isola ecologica mobile per minimizzare l’impatto degli eventi pubblici. Un semplice esempio chiarirà l’importanza di questa scelta e la bontà del lavoro del personale Asite: nonostante la grande affluenza di gente durante le festività natalizie, ogni mattina la Piazza era sempre perfettamente pulita, anche e soprattutto dopo la magica serata del Capodanno, quando l’indomani sembrava non esserci stato alcun evento. E ciò vale anche per i quartieri, dove i residenti hanno dimostrato di apprezzare l’istituzione della figura dell’operatore di quartiere, un soggetto “nuovo” che cura il decoro di un’area ben determinata divenendo referente di zona per l’amministrazione, interagendo con il cittadino per ogni necessità. Dopo la sperimentazione su alcuni quartieri, il servizio sarà implementato grazie anche ai progetti attivati con i servizi sociali e l’ambito”.

Sul fronte del verde e della spiaggia Ciarrocchi aggiunge: “E’ ormai un fiore all’occhiello la nostra squadra di manutenzione del verde (servizio affidato alla Fermo Asite), che oltre alla gestione ordinaria programmata è riuscita a proseguire con gli interventi di manutenzione straordinari attesi da anni. Sul tema è proseguita con costanza anche l’azione di monitoraggio e cura delle alberature, utilizzando tecnologie all’avanguardia (il Tree climbing): sono stati minimizzati gli abbattimenti di esemplari secchi o pericolanti ed è già in esecuzione la terza fase del piano di potature condiviso con le associazione ambientaliste che hanno fornito interessanti contributi anche per le ripiantumazioni . Buoni risultati anche dalla scelta di affidare ad Asite il servizio di cura della spiaggia (altro elemento di forza che ha contribuito al conseguimento del vessillo della Bandiera Blu): oltre a conservare un livello di pulizia dell’arenile degno di una località turistica, sarà completata nell’anno in corso l’ultima fase dell’istallazione di bagni e docce pubblici e gratuiti a beneficio dei cittadini, nonché di passerelle per utenti diversamente abili o famiglie con carrozzine e anziani. Ingente e degno di nota il lavoro messo in campo in occasione del Jova Beach Party, prima e dopo l’evento, tanto che la cooperativa che ha gestito i servizi per il concerto ha pensato di premiare il nostro Comune con alcune regalie (una divisa da gioco per i ragazzi delle nostre società sportive, una panchina pubblica fatta con materiale riciclato e da ultimo borracce e materiale di cancelleria per le scuole elementari) come segno di riconoscimento per la fattiva collaborazione della nostra partecipata”.+

SUSSIDIARIETA’ E CURA DEL QUARTIERE DA PARTE DEI CITTADINI

“E’ stato ulteriormente sviluppato il principio di sussidiarietà : sono molte le richieste di affidamenti di aree ricevute da enti o associazioni che hanno dimostrato di avere a cuore il verde del loro quartiere – spiega Ciarrocchi –  Otre a conservare gli affidamenti in essere (una menzione particolare va alla gestione del privato per il parco dello sport alla Girola ex ruzzodromo) abbiamo applicato con successo questo principio anche per la cura delle aree cani, siti nuovi che in questa annualità abbiamo creato in varie zone della città, rispondendo ad una chiara richiesta degli utenti. In particolare è stata affidata la manutenzione delle aree verdi destinate allo sgambamento dei cani ad una associazione cinofila cittadina, garantendo così un servizio di vigilanza e custodia di aree densamente frequentate da possessori dei cani. Per i cosiddetti “amici a quattro zampe” abbiamo anche strutturato un’apposita spiaggia per cani nel litorale Nord garantendo la fruizione di fontanelle d’acqua, contenitori per i rifiuti e bacheca informativa riportante le regole di comportamento in spiaggia. Inoltre abbiamo completato i lavori per la creazione di un’oasi felina in contrada San Martino dove allocare le colonie feline che necessiteranno particolari cure”.

PARCHI URBANI E AREE GIOCO

“Particolare attenzione – sottolinea Ciarrocchi –  è stata data alla conservazione e la salvaguardia dei principali parchi urbani quali quelli del Duomo, della Mentuccia, della Rimembranza, di Villa Vitali, parco del Cugnolo, ecc… Sono in programma interventi di valorizzazione paesaggistica e ambientale dell’area ex campo di volo di Marina Palmense, dove è già stato effettuato un primo intervento di ripiantumazione con essenze tipiche del posto, a cura di un’associazione sportiva locale. Prioritaria la rivitalizzazione e rivisitazione del progetto Erskine, già di proprietà del Comune, per la creazione di un’oasi ecologica legata anche al birdwatching, valutando e ricercando fortemente la possibilità, per la realizzazione, di attingere a fondi europei in partenariato con paesi del Mediterraneo centrale. Dal censimento delle aree gioco presenti sulle aree verdi pubbliche si è proceduto a riqualificarne alcune nonché ad allestirne altre ex-novo; nel primo semestre del 2019 è stato affidato il servizio di manutenzione dei giochi ed arredi delle aree verdi cittadine ad una ditta specializzata. In questo modo panchine, giochi, arredi, staccionate ecc. subiranno un “restyling” che aumenterà la percezione di decoro e pulizia degli spazi verdi cittadini, nell’ottica di responsabilizzare i cittadini ad un uso corretto delle attrezzature pubbliche. Inoltre sono stati messi a bilancio ulteriori fondi per le riqualificazioni delle aree verdi dei vari quartieri, che saranno dotate di giochi per bambini, servizi e strutture polivalenti. La prossima area attrezzata sarà creata nel quartiere San Michele. In materia di protezione dall’inquinamento dai campi elettromagnetici avevamo concluso l’anno 2018 con l’adozione del nuovo piano antenne: come da programmi nell’anno 2019 è stato garantito il costante monitoraggio dati delle frequenze dei siti maggiormente esposti, mediante registrazione in remoto e in modo continuativo dei livelli dei campi elettromagnetici mediante idonee centraline i cui rilevamenti si possono leggere direttamente sul sito del Comune”.

CIARROCCHI: “CINQUE ANNI DI LAVORO CHE MI RENDONO ORGOGLOSO

Assessore Ciarrocchi che spiega: “In conclusione, nel tracciare il bilancio dell’anno appena trascorso ma anche di questi ormai quasi 5 anni di amministrazione non posso che dirmi orgoglioso del personale che lavora in questo settore, a cui va il principale merito dei risultati conseguiti, primo su tutti l’approvazione ed il riconoscimento dei cittadini. Ci sarà ancora tanto da fare (il progetto del biodigestore , la raccolta puntuale, la creazione di mini ecocentri di quartiere, l’implementazione del principio di sussidiarietà), ma rilevo con piacere che gli obiettivi di mandato sono stati ormai tutti conseguiti.
Lascerò a chi mi succederà un settore coeso, ben strutturato e ottimamente organizzato dalle figure apicali del Comune e della partecipata Fermo Asite, un settore fatto di persone (che non cito singolarmente solo per evitare di dimenticare qualcuno) che amano la città e lo dimostrano in ogni loro azione. I risultati del loro lavoro sono sotto gli occhi di tutti, ed a me non resta che ringraziarli pubblicamente, da cittadino fermano prima che da assessore”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X