fbpx
facebook twitter rss

Si nascondeva nell’auto rubata:
i carabinieri lo bloccano e recuperano
la refurtiva, caccia a due complici

INDAGINI - In azione a Villa Torre di Cingoli i militari dell'Arma di Fermo, del Nucleo investigativo per la precisione. Denunciato un uomo. E nell'auto i carabinieri hanno scovato anche sigarette, monete e arnesi da scasso
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri stanno rapidamente ricomponendo il puzzle. Intanto portano a casa una serie di risultati investigativi e operativi che hanno consentito loro di sventare un furto a un minimarket in località Villa Torre di Cingoli, di denunciare un uomo domiciliato a Fermo e di recuperare la refurtiva di un primo furto commesso a danno di una tabaccheria di Montefano, frazione di Montefiore. Insomma tre province nel fascicolo dell’Arma con un uomo di circa 50 anni denunciato.

I militari dell’Arma del Nucleo investigativo di Fermo, infatti, questa notte, hanno notato quella Fiat Panda davanti a un minimarket a Villa Torre. Da un rapido accertamento i carabinieri hanno scoperto che l’auto risultava rubate. E così, a quel punto, sono passati alla fase operativa. Hanno circondato l’auto all’interno della quale si era chiuso un uomo. Ma dinanzi ai militari a quest’ultimo non è restato altro da fare che aprire gli sportelli alzare le mani. I carabinieri all’interno dell’utilitaria hanno scoperto, oltre ad arnesi da scasso, anche sigarette e monete che a seguito di un secondo accertamento sono risultate provento del furto commesso in una tabaccheria di Montefano. In auto anche un pc su cui, però gli investigatori del Nucleo investigativo stanno ancora lavorando per accertarne la provenienza. Con l’uomo bloccato questa notte al minimarket sono entrati in azione altri due soggetti che, però, vista la malaparata con l’arrivo delle divise, si sono dati alla fuga prima ancora di riuscire a fare irruzione nell’attività commerciale. I carabinieri sono sulle loro tracce.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X