facebook twitter rss

Scogliere soffolte:
in attesa della Corte d’appello,
il Comune paga oltre 700.000 euro

PORTO SANT'ELPIDIO - Liquidata la somma per il contenzioso con la ditta esecutrice dei lavori di protezione della costa, il Comune spera di ribaltare la sentenza in appello
Print Friendly, PDF & Email

Il comune di Porto Sant’Elpidio ha dato il via libera al versamento di 734.326 euro alla ditta Litorale nuovo, come disposto dal tribunale di Fermo, al termine di un contenzioso sulla realizzazione delle scogliere soffolte. Un passaggio inevitabile, quello disposto dagli uffici, vista la sentenza pronunciata l’estate scorsa, con cui il giudice ha accolto in parte le richieste del privato, che aveva contestato la penale da 385.500 euro applicata a suo tempo dall’ente per i ritardi nell’esecuzione dei lavori, richiesto ben 681.000 euro per lavori non contabilizzati rispetto a quelli effettivamente eseguiti e chiesto altri 100.000 euro come indennizzo per i ripascimenti ridotti rispetto a quelli che si sarebbero dovuti effettuare secondo il progetto originario.

Il giudice, la scorsa estate, ha rigettato in parte la richiesta di restituzione della penale e disposto il pagamento alla società esecutrice dei lavori di 421.846 euro, più interessi moratori, che superano i 200.000 euro, Iva, oneri per la sicurezza e spese legali. Il totale, considerate tutte le voci, porta appunto ai 734.326 euro. L’Amministrazione comunale ha deciso di impugnare la sentenza in appello e chiesto la sospensione del pagamento, rigettata però dalla Corte. Così non sono rimaste alternative al pagamento ed il Consiglio comunale, a fine novembre, ha approvato un debito fuori bilancio.

E’ di questi giorni, dopo una corrispondenza con la società, la determina con cui si è liquidata la somma. Ora non resta che attendere il verdetto della Corte d’appello. Amministrazione comunale ed uffici confidano nel ribaltamento della sentenza di primo grado, che consentirebbe all’ente di recuperare le cifre versate. Di certo alla città resta l’amaro in bocca, visto l’esborso ulteriore per un’opera che, risultati alla mano, non ha certo prodotto i benefici che si attendevano.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X