facebook twitter rss

Montelparo, l’addio
di Ercoli al consiglio:
tre ringraziamenti e una stilettata

MONTELPARO - Il capogruppo di minoranza: "Non mi ricandiderò, questa decisione è presa ormai da più di un anno per motivi contingenti e perché nel bene e nel male considero chiusa questa esperienza. Questo sperando almeno così di far tacere chi continua a considerare la mia attività professionale come attività di propaganda"
Print Friendly, PDF & Email

Marco Ercoli

“Al termine di questo mandato volevo esprimere alcuni pensieri che mi sembrano necessari. Inizierei con un grazie, a chi con me ha voluto condividere questo esperienza, i compagni di avventura che 5 anni fa mi hanno affiancato in questo percorso, su tutti Matteo, vero motore di questo progetto, e che nonostante forti divergenze di gestione ha sempre dimostrato di essere coerente nelle idee ed un ottimo amico”. Inizia così il saluto di fine legislatura di Marco Ercoli, capogruppo di minoranza a Montelparo. Un saluto, sì, ma anche un annuncio di non ricandidatura.

“Il mio secondo grazie – continua Ercoli – va ai cittadini che hanno creduto in noi. Molti saranno delusi, li capisco, avrei voluto essere molto di più, ma questa nuova esperienza ha messo in luce molti miei limiti, e questo è stato sicuramente motivo di riflessione e di crescita.
Il mio ultimo grazie va a tutti voi cittadini montelparesi. Mi avete accolto e permesso di conoscervi, e se prima riuscivo a vedere solo molte facce, ora dopo questa esperienza, di molti mi è chiaro il volto.
Infine concludo chiarendo che non mi ricandiderò, questa decisione è presa ormai da più di un anno per motivi contingenti e perché nel bene e nel male considero chiusa questa esperienza. Questo sperando almeno così di far tacere chi continua a considerare la mia attività professionale come attività di propaganda, purtroppo avrei voluto non ci fosse stato bisogno di esporsi come mi è stato richiesto per mandare un messaggio di ripresa durante la più grande emergenza sanitaria del dopoguerra, ma questo fa parte del mio lavoro e di quella che ho scelto come vita”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X