facebook twitter rss

Denunciato anche per il furto
di un cellulare e un portafogli,
si aggrava la posizione del ‘ripescato’

FERMANO - Nei guai anche un giovane sorpreso dai militari dell'Arma con dell'eroina in tasca
Print Friendly, PDF & Email

Continua, incessante, l’opera di controllo e prevenzione sul territorio da parte dei carabinieri della compagnia di Fermo, guidati dal tenente colonnello Nicola Gismondi. E arrivano altre due denunce, una delle quali a quel nordafricano ‘ripescato’ dal mare proprio dai militari dell’Arma. Ma andiamo per ordine.

I carabinieri della sezione Radiomobile del Norm della compagnia di Fermo hanno segnalato alla Prefettura di Fermo un giovane originario della provincia di Macerata il quale, nel corso di un controllo alla circolazione stradale ha mostrato un certo nervosismo che non è sfuggito i militari. Da lì il controllo più approfondito, ed è spuntata da una tasca del ragazzo una confezione termosaldata con all’interno quasi un grammo di eroina detenuta per uso personale. La droga è stata subito sequestrata dalle divise e il ragazzo denunciato.

I colleghi dell’Arma di Porto San Giorgio, invece, hanno denunciato un tunisino, già noto alle forze dell’ordine e già sottoposto a una misura cautelare per i furti a danno di attività balneari del lungomare tra Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio: si tratta dell’uomo ripescato in mare dai carabinieri del Norm. L’uomo è stato denunciato poiché identificato come autore del furto di un portafogli e di un telefono cellulare, lo scorso 16 settembre, sempre in uno stabilimento balneare di Lido di Fermo. “Noi ci siamo sempre e ci saremo sempre di più sul territorio”.

Tenta il furto nello chalet-ristorante e prova a fuggire gettandosi in mare: ‘ripescato’ dai carabinieri

Due arresti: in manette anche l’uomo che ha tentato la fuga in mare


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X