facebook twitter rss

Alcol ai minori e assembramenti, la Polizia in campo tra stazioni, autobus e piazze

POLIZIA - Sono state 200 persone identificate nella giornata di ieri dalla Polizia di Stato e i 110 veicoli sottoposti ad accertamenti
Print Friendly, PDF & Email

L’attività di prevenzione, presidio e controllo del territorio sono alla base della sicurezza dei cittadini. Quotidianamente gli equipaggi della Polizia di Stato e delle altre Forze di polizia pattugliano i territori del litorale e dell’entroterra fermano vigilando sul rispetto delle leggi, per contrastare ogni forma di illegalità, per intervenire di iniziativa o su richiesta dei cittadini per scongiurare la commissione di reati, per cercare di portare la calma nel corso di litigi spesso in ambito familiare o di coppia e per dare ausilio e procedere ad accertamenti in caso di incidenti stradali.
Il costante monitoraggio del territorio per la vicinanza alla collettività è la missione di ogni appartenente alle Forze dell’ordine; garantire costante presenza con l’impegno che il servizio ai cittadini richiede.


Oltre alle pattuglie della Volante della Questura e del Radiomobile dell’Arma dei Carabinieri che coprono in ogni istante il territorio del litorale fermano ed il capoluogo, sono costantemente svolti servizi straordinari di vigilanza e presidio con la collaborazione di equipaggi e contingenti di rinforzo, come quelli del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara, per consolidare la sicurezza reale e percepita dei cittadini. Anche ieri, ulteriori controlli degli operatori della Questura con l’ausilio di pattuglie del Reparto di Pescara e dell’unità cinofila della Guardia di Finanza.
Controlli anche questa volta ad ampio raggio che sono iniziati nel quartiere di Lido Tre Archi e proseguiti nel Comune di Porto Sant’Elpidio e a Porto San Giorgio.
Posti di controllo e verifiche dinamiche per l’identificazione di persone in transito ed accertamenti sui veicoli, anche in sosta. Relativamente poche le persone in giro nel pomeriggio per il clima favorevole che ha riempito le spiagge e le aree collinari e montane della provincia. Ma sulla tranquillità di tutti, cittadini e turisti, e per la tutela dei loro beni l’impegno è stato, come sempre, massimo.


“Verifiche mirate sono state effettuate – spiegano dalla Questura di Fermo – nei luoghi di aggregazione spontanea, piazze e parcheggi, presso le stazioni ferroviarie di Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio dove sono state identificate le persone in arrivo, in partenza e quelle che si intrattenevano nell’area; ed ancora verifiche sulle linee di trasporto pubblico da e per Lido Tre Archi, interessate anche recentemente da comportamenti pericolosi, e nelle piazze relativamente alle quali sono pervenute segnalazioni di situazioni di degrado e disturbo da parte dei residenti. Ulteriori controlli per il rispetto delle ordinanze comunali, tra le quali quelle del sindaco di Fermo del 14 giugno inerente il divieto di vendita di alcolici a Lido Tre Archi e del sindaco di Porto San Giorgio del 10 febbraio contro la cessione, anche indiretta, di alcool a minorenni.
Tra le 200 persone identificate nella giornata di ieri dalla Polizia di Stato e i 110 veicoli sottoposti ad accertamenti, poco meno della metà di tali risultati è stata conseguita negli specifici straordinari controlli del pomeriggio che non hanno tralasciato la vigilanza sul rispetto del divieto di assembramento ancora in vigore per la tutela della salute pubblica. E a tale fine sono state controllati esercizi pubblici, chalet, bar ed attività di ristorazione senza rilevare situazioni di contrasto alle norme ma la presenza degli operatori della Polizia di Stato ha ricordato la necessità dell’utilizzo delle misure di prevenzione, previste anche in Zona bianca, contro il rischio di ulteriore diffusione del contagio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti