facebook twitter rss

Il segretario Cisl Donati: “Che fine hanno fatto i compensi per il personale sanitario che ha svolto la campagna screening al Fermo Forum?”

LA DENUNCIA DELLA CISL - "A distanza di 9 mesi, operatori sanitari, tecnici ed amministrativi sono ancora in attesa di essere pagati per le ore aggiuntive prestate fuori orario di lavoro"
Print Friendly, PDF & Email

Giuseppe Donati

“Potrebbe sembrare la solita fake news dell’estate invece purtroppo e vero. I famosi  ‘eroi del Covid’ dell’Area Vasta 4 oltre ad aver ricevuto praticamente elemosina piuttosto che veri compensi per l’enorme e straordinario lavoro svolto nei mesi terribili della prima e seconda ondata Covid ( ricordate i famosi 1000 euro di premio, millantati dall’allora Presidente della Giunta e mai arrivati in tali cifre ad Infermieri, OSS, Tecnici Sanitari, Assistenti Sanitarie, Tecnici della Prevenzione, ecc ?) sono ancora in attesa di percepire il compenso economico spettante per le tante ore aggiuntive di lavoro, svolte presso il Fermo Forum tra fine novembre 2020 e gennaio 2021 in occasione della maxi campagna di screening di tamponamento di massa”. Questa la denuncia del segretario regionale della Cisl Giuseppe Donati che chiede chiarimenti e risposte celeri ai nuovi vertici della sanità marchigiana e fermana. 

La CISL FP ritiene inaccettabile:  “Il comportamento di uffici competenti che da settimane stanno facendo il gioco del rimpallo tra ASUR e Area Vasta 4 per chi deve assumere le dovute decisioni per garantire il sacrosanto pagamento di prestazioni lavorative effettuate anche e soprattutto in momenti, forse in troppi lo stanno dimenticando,  in cui era rischiosissimo per la propria salute, garantire assistenza a malati e cittadini. Non vorremmo, che al di là delle lentezze e delle competenze formali, il motivo del mancato pagamento al personale, sia l’insufficienza dei fondi economici disponibili e che quelli che hanno fatto tanta pubblicità all’iniziativa ed invitato se non obbligato il personale a svolgere delle prestazioni aggiuntive, non avessero in mano i soldi per pagarle. Sarebbe gravissimo! La CISL FP ricorda che nella peggiore delle ipotesi, ad Infermieri e Tecnici di Radiologia che a vario titolo hanno effettuato prestazioni aggiuntive, spettano 30 euro per ogni ora lavorata. Sono tanti i soldi che dovranno essere trovati per pagare costoro ma andrà fatto senza Se e senza Ma”.

Donati conclude: “Una cosa è certa. La CISL FP su ciò non transigerà: chi ha lavorato dovrà essere pagato. Asur e Area Vasta 4 si mettano subito a lavoro per liquidare le somme spettanti se non vorranno andare incontro all’ennesima vertenza legale che perderebbero, con esborsi ulteriori a carico delle tasche dei cittadini. Troppo facile, mettere in atto maxi operazioni di massa senza fare i conti di come retribuire i lavoratori che in carne ed ossa, rischiando e trascurando famiglie e vite personali, hanno messo a disposizione la propria professionalità”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti