facebook twitter rss

“Segnalazioni dagli utenti del Pronto Soccorso”: il comitato Sanità chiama, Grinta risponde

FERMO - "Come Comitato non possiamo che ragguagliare il nuovo direttore generale su tutto e augurarci che si faccia carico nell’immediato dell’emergenza per concertare delle ipotesi risolutive con chi opera in prima linea all’interno del sistema e non solo con gli apparati burocratici interni"
Print Friendly, PDF & Email

“Lunedì scorso, dalle ore 21.30 circa, ci sono pervenute segnalazioni da parte di alcuni utenti che avevano effettuato l’accesso al Pronto Soccorso dell’ospedale Murri di Fermo. Erano circa 60 presenti, ognuno dei quali recatosi per problematiche diverse e molti hanno osservato delle criticità: alcuni in attesa da diverse ore di essere visitati o addirittura ‘triagiati’, altri, ammessi in Osservazione Breve, che hanno segnalato la mancanza di ausili come barelle e sedie”. Inizia così, con queste parole la segnalazione del Comitato spontaneo dei Cittadini Utenti del Fermano, guidato da Bruno Nepi. Una segnalazione rivolta in primis al nuovo direttore Av4, Roberto Grinta a cui il comitato ha chiesto, con specifica missiva, un incontro. E alla quale il nuovo direttore ha già risposto fissando un appuntamento.

“Al nostro Comitato spontaneo dei Cittadini Utenti del Fermano, gli utenti della struttura sanitaria in questione, il Pronto soccorso, chiedono informazioni in merito a quali siano i loro diritti e denunciano l’allarmante e preoccupante situazione che in primis li coinvolge.

Ben consapevoli che il personale medico è ridotto a due unità per turno, che il personale infermieristico ed Oss non sia minimamente sufficiente per garantire un servizio adeguato, ci chiediamo come Comitato, se siano stati messi in atto dei provvedimenti di risoluzione della problematica in essere, maggiormente accentuata dalla stagione calda. Come Comitato non possiamo che ragguagliare il nuovo direttore generale su tutto e augurarci che si faccia carico nell’immediato dell’emergenza per concertare delle ipotesi risolutive con chi opera in prima linea all’interno del sistema e non solo con gli apparati burocratici interni”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti