facebook twitter rss

Cultura dell’invecchiamento e scambio generazionale, a Fermo il progetto Marche_Active@net

FERMO - Il progetto è promosso da Ambito Sociale XIX e Cvs Marche. Coinvolti nei progetti, con incontri e laboratori, Auser e Acli Provinciali di Fermo
Print Friendly, PDF & Email
Una progettualità per promuovere una cultura positiva dell’invecchiamento attivo ed il valore dello scambio intergenerazionale. Progetti che, anche a Fermo, grazie ad Ambito Sociale, Csv Marche, Acli Fermo e Auser sono già in corso e o stanno per prendere avvio.
Si tratta del progetto Marche_active@net, promosso in rete da sei Ambiti territoriali sociali delle province di Ascoli, Fermo e Macerata – tra i quali anche l’Ats XIX – Comune di Fermo – e partner il CSV Marche (Centro servizi per il volontariato), e realizzato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche della famiglia. Un programma di interventi e azioni pianificati molto prima della pandemia, e che l’emergenza sanitaria ha inevitabilmente costretto a ritardare e in parte riorganizzare, nei contenuti e nelle modalità di realizzazione.
I progetti a Fermo e nel Fermano
Nell’ambito del progetto Marche_active@net, è stato attivato un bando pubblico rivolto a organizzazioni di volontariato (Odv) e associazioni di promozione sociale (Aps) marchigiane, per sostenere azioni innovative nell’ambito dell’invecchiamento attivo e la solidarietà tra generazioni, nei territori degli Ats partner. 11 le azioni finanziate, due di queste sono riferite all’Ats XIX di Fermo e a promuoverle sono Acli provinciali Fermo e Auser provinciale Fermo.
Progetti dei quali ha sottolineato l’importanza il Sindaco e Presidente del Comitato dei Sindaci dell’ATS XIX Paolo Calcinaro “per cui si tratta di azioni che facilitano l’incontro fra generazioni ed esperienze, un confronto reciproco che permette ad esse di crescere e di conoscersi a vicenda”, così come anche evidenziato dal Coordinatore dell’Ambito XIX Alessandro Ranieri che ha messo in luce come “questo progetto pone in rilievo la propositività di un’azione congiunta fra Ambiti, Csv Marche e associazioni, a beneficio di fasce di popolazioni per cui l’attenzione è sempre necessaria e importante”.
In particolare, si chiama InMenteAttivaprogetto che Auser Volontariato Fermo ha proposto al progetto Marche_Active@Net al tempo del sisma.  Un’azione che coinvolge un largo partenariato a Fermo: l’Istituto Comprensivo “Fracassetti – Capodarco”, l’Istituto Tecnico Tecnologico “G. e M. Montani”, il Circolo Legambiente Terramare, Lega SPI, Auser Volontariato che è capofila del progetto. Tutti insieme per unico obiettivo: l’educazione della persona ad una vita autonoma, responsabile socialmente e al pieno esercizio di cittadinanza lungo l’arco della vita; l’apprendimento permanente e la solidarietà tra generazioni ne sono elementi cardine. “Si sono già svolti i primi incontri all’Orto urbano di Via degli Orlandi a Fermo, spazio comunale gestito da Legambiente – hanno detto la Presidente Auser provinciale Fermo Maria Teresa Di Marzio e Maria Teresa  Marziali, referente del progetto e responsabile Auser Cultura per Auser Marche –  studenti e docenti degli Istituti partner hanno partecipato a semplici attività, ad esempio scritture e danze, gli associati Auser hanno narrato le esperienze fatte che, secondo loro, sono utili per l’invecchiamento Attivo. Sono in programma oggi, il 13 ed il 20 ottobre i laboratori informatici di “digital strategy” all’Iti Montani, così che grazie ai nuovi strumenti digitali si possa dare forma a un racconto condiviso dell’esperienza vissuta tra le generazioni ed il 26 ottobre l’evento conclusivo all’Isc Fracassetti”.
Generazioni riconnesse è invece il nome del progetto di Acli Fermo. “Obiettivo principale – ricorda il Presidente Acli provinciale Fermo Maurizio Petrocchi – è contribuire all’inclusione digitale e alfabetizzazione economico finanziaria degli over 65 per cui il prossimo 8 ottobre alla Sala dei Ritratti è in programma un momento informativo di presentazione del progetto con la partecipazione di Laura Zuccarino, vice direttrice della sede di Ancona della Banca d’Italia”. Progetto che prevede la realizzazione di una mappatura che mira a conoscere la condizione degli anziani rispetto all’invecchiamento attivo e all’uso delle nuove tecnologie. A coordinarla, l’Ufficio Pastorale Problemi Sociali e Lavoro, Caritas Diocesana di  Fermo e Acli Fermo attraverso la somministrazione di questionari e interviste. Seguiranno incontri informativi il 15 e 16 ottobre al centro sociale Salvadori di Lido Tre Archi (il 22 a Servigliano, il 28 a Falerone e il 29 un nuovo momento convegnistico a Fermo). In programma in questo mese anche attività laboratoriali per l’inclusione digitale, laboratori di animazione culturale e laboratori di cucina, con la partecipazione di chef del Laboratorio della Dieta Mediterranea e dell’Associazione Cuochi della provincia di Fermo. Gli anziani saranno protagonisti delle serate a tema con le ricette tradizionali mentre i giovani riporteranno le attività sul web. Partecipa anche l’Associazione Giovani, Territorio e Cultura – GTC OdV.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti