facebook twitter rss

Babbo Natale avaro, la Fermana chiude il suo 2021 con un solo punto a Viterbo

SERIE C - La trasferta laziale in casa del fanalino di coda non fa regali ai gialloblù guidati da Giancarlo Riolfo, che sotto l'albero trovano solamente un pareggio senza reti. Importante, tuttavia, chiudere l'anno muovendo la classifica e portando a quattro la striscia di risultati utili consecutivi
Print Friendly, PDF & Email

VITERBO – Una battaglia con tanto agonismo al Rocchi termina a reti inviolate con la Fermana che porta via il secondo pareggio di fila in trasferta, il terzo consecutivo in generale e una striscia di risultati utili allungata a quattro gare.

IL TABELLINO

VITERBESE 0 (4-3-3): Bisogno; Pavlev, D’Ambrosio, Martinelli, Urso; Adopo, Megelaitis, Iuliano (29’ st Foglia); Volpicelli (43’ st Marenco), Capanni, Murilo. All. Punzi

FERMANA 0 (3-4-1-2): Ginestra; Blondett, Urbinati, Sperotto; Rossoni, Mbaye, Graziano (41’ st Scrosta), Mordini; Frediani (15’ st Pannitteri); Marchi, Cognigni (34’ st Bolsius). All. Riolfo

ARBITRO: Maria Marotta di Sapri; assistenti Francesco Ciancaglini di Vasto e Marco Croce di Nocera Inferiore; quarto ufficiale Stefano Striamo di Salerno

NOTE: Espulso Murilo al 43′ st per somma di ammonizioni. Ammoniti Mordini, Cognigni, Mbaye, Murilo, Megelaitis. Recupero +1′ +4′

LA CRONACA

In avvio due incursioni di Frediani impensieriscono la difesa locale ma i suggerimenti non sono dei migliori. Risponde la Viterbese che mantiene maggiormente il possesso di palla e mette diversi palloni in area di rigore, ma le situazioni pericolose arrivano sempre da fuori. Prima una smanacciata di Ginestra su un cross di Murillo a rientrare e poi lo stesso Ginestra che si accartoccia sulla conclusione di Iuliano dall’interno dell’area di rigore. Fermana insidiosa ancora su calcio piazzato con la girata di Blondett, stoppata involontariamente da Cognigni in offside. Risponde ancora Iuliano da fuori area con Ginestra che controlla in tuffo mentre dall’altra parte una girata di testa di Frediani non trova buona sorte.

Nella ripresa la Fermana si presenta con un 4-4-2 per dare maggiore ordine in fase di non possesso palla. Gara che non si sblocca ma la prima grande occasione è canarina: dall’angolo di Mordini, Blondett anticipa tutti ma di testa non inquadra lo specchio da posizione favorevolissima. Gara che resta equilibrata con la Viterbese che spinge ma non trova spazi. La Fermana si rende ancora pericolosa con un cross di Pannitteri per l’incursione di Mordini sull’out opposto. Ancora un inserimento sul fondo, stavolta di Marchi che con un cross teso trova un impreciso Mordini. Nel finale salvataggio in extremis di Sperotto dopo un’uscita di Ginestra. Poco dopo arriva il rosso a Murilo per doppia ammonizione, ma l’equilibrio non si spezza.

LE DICHIARAZIONI DI EDOARDO BLONDETT NEL POST GARA

Nell’immediato post gara, a parlare ai microfoni dell’ufficio stampa gialloblù è Edoardo Blondett, decisamente tra i migliori in campo in fase difensiva e addirittura autore di una giocata in proiezione offensiva che di poco non avrebbe regalato un successo pesantissimo alla Fermana. “Sapevamo che dovevamo calarci con umiltà in una sfida che poteva rivelarsi insidiosa a dispetto della classifica dei nostri avversari – ha dichiarato il difensore canarino -. Nonostante un po’ di sofferenza all’inizio, credo che abbiamo battagliato su ogni pallone facendo quello che dovevamo. Un successo sarebbe stata la ciliegina sulla torta, ma tutto sommato penso che dobbiamo solo farci i complimenti per la mentalità dimostrata e per quello che abbiamo messo in campo. Sapevamo che venire qui a Viterbo a fare punti sarebbe stato difficile, nonostante la loro classifica potesse trarci in inganno, pertanto aver dato continuità agli ultimi risultati ci permette di chiudere l’anno bene e di guardare al futuro con consapevolezza e ottimismo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti