facebook twitter rss

Infiorata artistica ad uncinetto, grande successo con uno sguardo già rivolto al Natale

FERMO - L'evento è stato organizzato da Annalisa Paniccià e Beatrice Catalini in Duomo in occasione della Solennità del Corpo e Sangue di Cristo
Print Friendly, PDF & Email

«Una giornata indimenticabile» commentano Annalisa Paniccià e Beatrice Catalini, organizzatrici della “Infiorata artistica all’uncinetto (e non solo)”, evento che che si è tenuto domenica scorsa in Duomo, a Fermo, in occasione della Solennità del Corpo e Sangue di Cristo.

 

Nata con l’intento di unire fede, arte e creatività e con il desiderio di rileggere in modo originale le infiorate in vista del Corpus Domini, l’ “Infiorata all’Uncinetto” ha pienamente centrato l’obiettivo, registrando una grande partecipazione e numerosi complimenti.

 

Dalle ore 9 alle 19 davvero tante sono state le persone che hanno raggiunto la Cattedrale per non perdere lo spettacolo delle 125 mattonelle realizzate da più di 60 volontari provenienti da gran parte dell’Arcidiocesi di Fermo, che hanno dato vita ad un tappeto di 75 metri in stoffa disposto lungo il viale di accesso al Duomo. Tanta fede, tanta preghiera, tanta passione: tutto nascosto in filigrana dentro ciascuna mattonella, che nel volto di Cristo o nel viso di Papa Francesco, in un prato fiorito o nel grappolo di uva e spiga di grano ricamate, rilanciavano con forza la fede nel pane e vino, corpo e sangue di Gesù.

 

Un bel momento si è vissuto nella celebrazione eucaristica delle ore 12 celebrata dal rettore della Cattedrale, Don Michele Rogante, alla presenza di quasi tutti i volontari che hanno realizzato le mattonelle. Una piacevole sorpresa ha reso ancora più importante e solenne l’iniziativa: il saluto dell’arcivescovo Rocco Pennacchio che, dopo un breve ringraziamento a tutti i partecipanti, ha impartito loro la benedizione e consegnato a ciascuno gli attestati di partecipazione.

 

«Tanti i ringraziamenti da fare – aggiunge don Michele – innanzitutto ad Annalisa e Beatrice (ed i rispettivi mariti Matteo ed Andrea), collaboratori fondamentali per la buona riuscita dell’iniziativa, ma anche a tutti coloro che hanno creduto nel progetto ed inviato le mattonelle. Grazie alla Polizia Municipale per la preziosa collaborazione e al Maresciallo Benedetto Capponi dell’Ass. Carabinieri in congedo, che nei volontari Adriano e Roberta, ha garantito il continuo controllo e tutela dei lavori esposti a terra».

 

«Numerosi gli apprezzamenti per l’idea originale – concludono Annalisa e Beatrice – in molti non avevamo capito cosa avrebbero trovato, ed una volta raggiunta la Cattedrale, è stato emozionante vedere  visi meravigliati e soddisfatti di quanto trovato».

 

Una iniziativa che, fanno sapere gli organizzatori, tornerà anche per la Solennità del Corpus Domini 2023: stesse misure (60cm x 60cm), stesso tema (eucaristico, religioso, floreale). Ma prima… una tappa intermedia: la voglia di mantenere vivi i rapporti creati per l’occasione, il desiderio di non spegnere la passione espressa nell’uncinetto e nelle varie forme di arte realizzate e soprattutto la fede nell’Incarnazione di Gesù nel giorno di Natale, hanno convinto gli organizzatori a lanciare una nuova iniziativa con scadenza il prossimo dicembre: Il Natale all’Uncinetto (e non solo).

La piastrella “Il Filo che Conta”

La piastrella “Gaetanine”

La piastrella della Contrada San Martino

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti