facebook twitter rss

Il primo giorno di una maestra:
“Bambini, la scuola è un grande valore”

SCUOLA – L'invito alle nuove generazioni ad apprezzare il percorso scolastico e alle istituzioni a garantire spazi più degni per l'attività formativa
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

Il primo giorno di scuola per una maestra? Con la stessa, identica emozione vissuta dai bambini. “L’augurio che faccio agli studenti – spiega un’insegnante del Fermano, diventata di ruolo in una Primaria dopo circa 10 anni di precariato – è quello che di apprezzare questi momenti, di viverli pienamente perché non torneranno più e soprattutto perché la scuola è un bene troppo alto e troppo importante, che va tutelato. Invito i più giovani ad applicarsi, a seguirci, per iniziare a costruire il loro futuro che passa inevitabilmente da queste pareti. Certo, a volte si vede la pesantezza dello studio, ma è un valore che deve essere apprezzato. Spesso si da per scontato quello che invece scontato non è”.

Sono tante le esigenze del mondo della scuola ancora irrisolte. “Gli spazi devono essere più grandi, parliamo tanto di apprendimento cooperativo e di altro, poi vedi che ci sono luoghi troppo piccoli per lavorare in questa maniera, con l’impossibilità di spostare i banchi per questioni di sicurezza. Così si limita l’attività formativa, che invece avrebbe bisogno di ben altro per raggiungere gli obiettivi che la nostra società si prefigge”.

Impossibile non parlare di terremoto, dopo un anno scolastico come quello precedente a dir poco travagliato. “Abbiamo tutte le procedure, siamo formati come insegnanti, ma quando lo vivi in prima persona cambia tutto. Perché la paura a volte non la si conosce affatto, viene fuori all’improvviso e ti spiazza. Ne abbiamo parlato con i bambini, abbiamo fatto diverse prove, ma su questo è sempre fondamentale per noi, che siamo per loro un punto di riferimento, rimanere freddi e lucidi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X