facebook twitter rss

‘Cercasi assessora disperatamente’:
dal Comune spunta il bando pubblico

PORTO SAN GIORGIO - Il sindaco Loira si affida quindi ad una selezione a tutti gli effetti pubblica per rimuovere la discriminazione di genere nella composizione della sua giunta
venerdì 10 novembre 2017 - Ore 10:42
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi
Ecco il bando pubblico annunciato dal sindaco Loira per scegliere un assessore donna che andrà a sostituire uno di genere maschile. A meno di quarantotto ore dalla decisione del Tar, che ha bocciato la richiesta di istanza cautelare avanzata da tre consiglieri di opposizione (leggi l’articolo), il sindaco, come da programma, si affida quindi ad una selezione a tutti gli effetti pubblica per rimuovere la discriminazione di genere nella composizione della sua giunta. Motivo per il quale i consiglieri Vitturini, Petrozzi e Del Vecchio avevano fatto ricorso alla giustizia amministrativa pretendendo che Loira inserisse come da legge una seconda donna in squadra. Quattro i requisiti imposti. “Godere della stessa stima e della stessa fiducia, personale e politica, del sostituendo assessore, considerato quello della fiducia un requisito imprescindibile per l’efficacia stessa dell’azione amministrativa” così si legge nel bando. Ed ancora. “condividere pienamente il programma amministrativo e politico, sentirsi adeguata al ruolo, essere in grado di operare con la dovuta consapevolezza delle problematiche e delle difficoltà tecniche-amministrative”. Va detto che il percorso intrapreso dal sindaco con questo Piano è rivolto in primis alle donne già interpellate, quindi alle consigliere comunali che fanno parte della maggioranza ed alle candidate con le liste che hanno appoggiato la coalizione di centrosinistra. Molte di loro già contattate subito dopo l’esito elettorale senza però ottenere l’attesa disponibilità a ricoprire il ruolo da assessore. In secundis il bando si rivolge a quelle donne che hanno manifestato “l’interesse alla nomina, o donne presenti nella Banca dei Saperi delle Donne della Regione Marche”. In questo caso bisognerà presentare anche un curriculum che verrà valutato dal primo cittadino. Il termine per presentare la propria candidatura scade il 30 novembre, mentre la decisione sul nome dovrà arrivare entro metà febbraio. E’ la prima volta che in provincia un sindaco si trova ad attivare una procedura simile per scegliere un assessore in quota rosa. Ovviamente non sarà un’operazione indolore, a fronte di un nuovo ingresso in giunta (peraltro è previsto anche un periodi di affiancamento) dovrà esserci una uscita. Ed è qui che per Loira potrebbe aprirsi la fase politica più delicata. Chi verrà sacrificato? Una cosa è certa. Il Pd vorrà mantenere le sue tre posizioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



2 commenti

  1. 1
    Michele Bracalente il 10 novembre 2017 alle 9:51

    Siamo alla frutta un sindaco che vince le elezioni comunali con più del 50% mette un annuncio per trovare un assessore donna

  2. 2
    Simona Sirocchi il 10 novembre 2017 alle 9:57

    Posso venire io

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X