facebook twitter rss

Boom di accessi al Pronto soccorso
Tremila utenti in più solo nel 2017

PORTO SAN GIORGIO - Dal 2015 al 2107 gli accessi sono passati da 36.000 a 39.000. Lo scorso anno i codici gialli sono stati 15.237, 20.718 i verdi, 1.667 quelli rossi e solo 1.856 i bianchi. Grazie anche ad un filtro fatto dai punti di primo intervento di Montegiorgio e Sant'Elpidio a Mare per i casi meno gravi
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

Cinquanta ambulanze ogni giorno arrivano al Pronto soccorso di Fermo. Più del doppio di quelle che accedono ai due punti di emergenza di Ascoli e San Benedetto. Qui ne arrivano venti. “Eppure non siamo più malati degli ascolani o dei sambenedettesi”. Numeri per capire come funziona il pronto soccorso dell’ospedale Murri di Fermo e per educare i cittadini-pazienti ad un uso “corretto” di questo servizio troppo spesso “abusato”. Di questo e non solo si è parlato oggi pomeriggio all’auditorium della scuola media Rosselli grazie all’incontro “Prevenire per vivere più a lungo e meglio” organizzato dall’Area vasta di Fermo e dal centro studi Carducci. Si parte dalla casistica nazionale per scendere a quella provinciale. Ogni giorno in Italia 60.000 persone si rivolgono ad un pronto soccorso, qualcosa come 2.500 ogni ora. Venti milioni all’anno a fronte di 12.000 medici e 25.ooo infermieri. Ma quanti casi sono realmente gravi? “Il 66,22% è un codice verde e solo un quinto ha realmente bisogno di cure” ha spiegato il dott. Antonio Luciano Ciucani, medico del Pronto soccorso e del 118. I tempi di attesa entro le 12 ore si attestano al 94,9%. E chi decide di rivolgersi ad un ps lo fa per lo più per propria scelta.  Da qui il sovraffollamento che ingessa letteralmente la struttura. Ci sono anche i picchi stagionali legati ad esmepio all’influenza, ci sono gli aumemtati casi di indigenza, ci sono le difficoltà di accedere a prestazioni urgenti o a pagamento, ma anche e soprattutto, sembra di capire, la scarsa attenzione per un servizio che dovrebbe essere rivolto in primis ai casi importanti. Cosa succede invece a Fermo? Dal 2015 al 2107 gli accessi sono passati da 36.000 a 39.000. Lo scorso anno i codici gialli sono stati 15.237, 20.718 i verdi, 1.667 quelli rossi e solo 1.856 i bianchi. Grazie anche ad un filtro  fatto dai punti di primo intervento di Montegiorgio e Sant’Elpidio a Mare per i casi meno gravi. Ancora numeri per capire la realtà di chi opera nel contesto dell’emergenza. Lo scorso anno 11.572 sono stati i traumi e 27.463 gli accessi per malattia. Oltre 26.000 le persone che hanno fatto ricorso al ps con un’età inferiore ai 70 anni anche  se l’incidenza dei ricoveri (6.403) è più elevata tra gli over 70. Quanto ai tempi mediamente sono 7 le persone in attesa e ed una ventina quelle “prese in consegna”. Tre i medici in servizio e 5 gli infermieri a cui si aggiungono 2 oss. Questo l’organico in servizio al Pronto soccorso del nosocomio Murri ricordato dalla struttura sanitaria alla platea. E poi il dato sui posti letto. Nel 2018 l’Italia potrà contare su 3 posti letto ogni mille abitanti. Nella provincia di Fermo, che conta 180 mila persone, il numero si abbassa: 2,6.  A fare gli onoro di casa il sindaco Nicola Loira che ha ringraziato il Centro studi Carducci ed il suo presidente Fabio d’Erasmo per l’evento rivierasco e per il ruolo che il sodalizio riveste sul territorio nel campo sociale, economico e sanitario. “Stimolo continuo per le istituzioni” ha ribadito il primo cittadino. Il dott, Gianfranco Mancini, primario di ortopedia , ha invece fatto un focus sule patologie che interessano soprattutto la terza età, illustrando  gli ultimi ritrovati medico chirurgici, ma anche descrivendo alcuni rimedi per prevenire ad esempio i danni dell’artrosi. “Prevenire per vivere meglio -ha detto Mancini- per questo è fondamentale  avere un’alimentazione equilibrata, quindi contrastare l’obesità, e fare attività fisica legata allo stato della articolazioni”. ma anche entrare nell’ottica preventiva già a 40 anni per affrontare la vecchiaia con serenità.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X