facebook twitter rss

Celebrata a Cascinare la Festa della Liberazione, Romanelli: “E’ una festa di speranza”

SANT’ELPIDIO A MARE – Si è ricordato il sacrificio di due giovani del posto, Silvano Mecozzi e Vincenzo Borraccetti, che il 20 di giugno del 1944 vennero uccisi dai soldati tedeschi
mercoledì 25 aprile 2018 - Ore 18:32
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolta a Cascinare, questa mattina, la cerimonia del 25 aprile, Festa della Liberazione. Il corteo, accompagnato dalla Banda Cittadina, si è diretto da piazza Matteotti verso la stele di Cascinare. A prendere la parola è stato il Vice Sindaco, Mirco Romanelli (Sindaco Terrenzi assente per motivi di salute). Nel ringraziare tutti i presenti – autorità civili, militari, religiose, associazioni, studenti e cittadini intervenuti – Romanelli ha ricordato tutti coloro che sono morti per lasciare in eredità un’Italia libera e democratica.

In particolare, si è ricordato il sacrificio di due giovani del posto, Silvano Mecozzi e Vincenzo Borraccetti, che il 20 di giugno del 1944 vennero uccisi dai soldati tedeschi che in quei giorni avevano il loro presidio nella vicina Civitanova Marche.  “Quest’anno ci ritroviamo a celebrare il 25 aprile il una delicata situazione politica – ha detto Romanelli – con equilibri che ancora non si raggiungono ed un’incertezza che si sta protraendo troppo a lungo. Se a ciò si aggiungono anche le difficoltà sul fronte occupazionale, con tanti, troppi giovani che non riescono a trovare lavoro, se si aggiungono le notizie fin troppo ricorrenti di violenze, abusi, guerre… ebbene, è proprio in momenti così delicati che ritengo si debba essere tutti uniti in nome della libertà. E mi auguro che, nel contesto politico, si possano trovare convergenze finalizzate al bene comune. Oggi viviamo una festa. E’ la festa della libertà di tutti. E’ una festa di speranza: battersi per un mondo migliore è possibile e giusto. La democrazia è proprio questo: l’opportunità di essere protagonisti insieme agli altri, del nostro domani”.

Dopo Romanelli ha preso la parola il Sindaco Junior, Daniel Giglini Tassotti in rappresentanza del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze. In chiusura, la testimonianza di Don Ginesio Cardelli che ha personalmente vissuto la guerra sulla sua pelle, allora quattordicenne, e che ha concluso la cerimonia con una benedizione a tutti i presenti ed una preghiera per i defunti di tutte le guerre.

In continuità con la cerimonia del 25 aprile, domani sera (lunedì 26 aprile) al Cine Teatro Cicconi, ore 21.15, per la rassegna “Apriti Cinema”, organizzata dal Circolo del Cinema Metropolis e dal Nuovo Cinema Cunicchio con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Sant’Elpidio a Mare, sarà proiettato il film “Pertini – Il combattente”, scritto e diretto da Giancarlo De Cataldo e Graziano Diana, sulla figura del Presidente più amato dagli italiani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X