facebook twitter rss

International Cup, Don
Celso quarta classificata

VOLLEY - Le ragazze dell'Under 13 guidate da Graziano Colarizi cedono in semifinale presso il circuito sportivo di fine anno organizzato dall'Offida, liquidando nel percorso dello stesso torneo tante compagini di prestigio e giustificando così il primato nel girone di campionato
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – E’ finita in semifinale l’avventura delle ragazze dell’under 13 della Don Celso all’International Volley Cup, immancabile appuntamento pallavolistico di fine anno.

Partite da Fermo semplicemente con l’idea di fare una bella esperienza, la giovane compagine fermana formata tutta da ragazze del 2006 si imponeva il primo giorno (27 dicembre) sulla accreditata squadra dell’Olimpia Roma per 2 a 1. La mattinata del 28 dicembre toccava alle padrone di casa di Offida soccombere sotto le schiacciate di Cardenà e compagne che dopo un’altra lunga battaglia si imponevano per 2 a 1 arrivando prime nel girone.

Nel pomeriggio iniziavano i quarti di finale e le Don Celso si sbarazzava senza troppi patemi delle coetanee di Amandola per 2 a 0. Si aprivano così le porte della semifinale contro la temibilissima Perugia (che risulterà alla fine la vincitrice del torneo), la Don Celso partiva molto bene, ma qualche errore di troppo nel finale del primo set faceva rientrare le perugine che si imponevano col punteggio di 25-23.

Nel secondo set le fermane all’inizio risentendo troppo del set precedente lasciavano allungare le ragazze di Perugia; le fermane si rifacevano sotto, ma ormai era troppo tardi e il set si chiudeva per 25 a 17. Alla fine la compagine Don Celso allenata da Graziano Colarizi risulterà quarta classificata, ritornando però a casa con la consapevolezza di poter recitare un ruolo importante nel campionato provinciale, che attualmente la vede prima in classifica nel girone C.

Durante la cerimonia di premiazione il presidente Sergio Raccichini, alla presenza dei genitori, ha elogiato le ragazze, ricordando che lo sport è scuola di vita e che nella vita ci saranno tante altre partite da giocare ben più importanti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti