facebook twitter rss

Caso Sea Watch, anche Verducci a Siracusa:
“Salvare una vita umana vale più di ogni cosa”

POLITICA - Il senatore del Partito Democratico fa parte di una delegazione di 7 parlamentari, tra cui l'ex segretario Maurizio Martina ed il presidente Matteo Orfini
Print Friendly, PDF & Email

Maurizio Martina (a destra) a colloquio con la Capitaneria di Porto di Siracusa

Al porto di Siracusa, con una delegazione di 7 parlamentari del Partito Democratico tra cui l’ex segretario Maurizio Martina ed il presidente Matteo Orfini, c’è anche il senatore Francesco Verducci. Davanti alla costa della città siciliana, infatti, da 5 giorni, è bloccata la Sea Watch, la nave con a bordo 47 migranti, tra i quali 13 minori, salvati in mare.

“Siamo qui per chiedere che tutti sbarchino subito nel porto più sicuro, cioè Siracusa stessa, come le leggi prevedono – commenta Verducci -. Facendo valere le nostre prerogative di parlamentari, siamo qui per visitare la Sea Watch, e verificare le condizioni in cui versano l’equipaggio e i migranti. Non accetteremo che ci venga detto di no, come sta provando a fare il Governo con l’ordinanza di ieri sera. Non accetteremo che il Governo italiano tenga in ostaggio persone inermi fuggite da guerre e maltrattamenti. Non accetteremo che il Governo italiano calpesti lo stato di diritto, violando le leggi della nostra Repubblica. Ci sono 8 minori non accompagnati e la legge italiana è chiarissima su questo: vanno immediatamente messi in sicurezza. Non può essere impedito a dei parlamentari di verificare le condizioni di persone che sono in territorio italiano”.

Salvare una vita umana vale più di ogni cosa, rimarca Verducci, “più di qualunque sondaggio”. “Per questo sono qui, da parlamentare e da cittadino italiano – conclude -. Facendo morire in mare degli innocenti, non saremo più sicuri, né avremo risolto alcuno dei nostri problemi. Anzi, avremo perso la dignità e l’umanità che fa dell’Italia un grande Paese rispettato e amato ovunque nel mondo: una grande potenza morale e in virtù di questo una grande potenza politica ed economica. Per questo siamo qui”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti