facebook twitter rss

L’Avis di Montegranaro festeggia i nuovi
Cavalieri della Repubblica

MONTEGRANARO - La sezione comunale si attesta come una eccellenza nel panorama provinciale e regionale: nel 2018 raggiunta la cifra record di 1.155 donazioni. Ieri l'assemblea annuale alla presenza delle autorità.
Print Friendly, PDF & Email

Nel corso dell’assemblea annuale dei soci, tenutasi nel pomeriggio di ieri, oltre all’approvazione dei bilanci e della modifica dello statuto che dovrà uniformarsi alle nuove normative del Terzo Settore, l’Avis comunale di Montegranaro ha voluto rendere omaggio a tre donatori di lungo corso: Mariano Marzetti, Giovanni Di Battista e Maria Recchi, che lo scorso 4 febbraio, su segnalazione della Comunale Avis per il loro gran numero di donazioni, sono stati insigniti dal Prefetto di Fermo dell’onorificenza di Cavalieri al Merito della Repubblica Italiana.

Nel corso dell’assemblea sono state illustrate le numerose e seguite iniziative intraprese dal nuovo direttivo presieduto, da un anno, da Ermanno Vitali.

Nel 2018 è stata raggiunta la cifra record di 1.155 donazioni, registrando un aumento di quasi il 20% rispetto al trend, pur lusinghiero, del 2017. La sezione comunale si attesta così come una eccellenza nel panorama provinciale e regionale. Numerose le  autorità presenti, quali il sindaco di Montegranaro, il presidente vicario Avis Marche, Gianni Strovegli, il presidente vicario Avis provinciale di Fermo, Giovanni Lanciotti ed il primario del centro trasfusionale di Fermo, Giuseppina Siracusa; tutti, oltre che felicitarsi con i nuovi Cavalieri, hanno avuto parole di elogio e ringraziamento per il direttivo della comunale Avis di Montegranaro che, dopo l’ottima guida di Dino Pesci durata otto anni, sta confermando di essere una realtà viva e pulsante nel territorio con numeri da record.
In occasione dell’assemblea, inoltre, il presidente e i consiglieri hanno accolto con piacere l’ingresso nel direttivo di due nuovi membri, Maurilio Pompei e Giacomo Gismondi, con il proposito di crescere ancora diffondendo sempre più la cultura del dono attraverso una serie di iniziative in cantiere e soprattutto un percorso di collaborazione con tutte le associazioni cittadine che si occupano di volontariato, tra cui Admo, Aido e Croce Gialla, presenti all’assemblea a portare il loro saluto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti