facebook twitter rss

Fermo Nuoto e Pallanuoto,
i risultati del week end

NUOTO - Una vittoria e due sconfitte. Questo il bilancio delle sfide dibattute in acqua nel fine settimana alle spalle, e che hanno visto in scena i ragazzi della prima squadra di Serie C, l'Under 17 e 15 del sodalizio fermano
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Un fine settimana ricca di impegni per la Fermo Nuoto E Pallanuoto, quello appena trascorso: le tante emozioni sui campi di gara si sono, purtroppo, solo una volta trasformate in sorrisi e contentezza.

Una tre giorni di sport in vasca, dicevamo. Si è, infatti, iniziato a giocare già da venerdì quando i ragazzi fermani dell’Under 15 sono scesi in acqua a Falconara contro i pari età del Moie B. Partita senza storia che vede le calottine giallorosse imporsi con un magistrale 21-4. I parziali, tutti a favore degli ospiti, sono stati, sono stati un’inarrestabile passerella per la squadra guidata dal coach Andrea Mancini (0-5; 0-4; 2-5;2-7), molto soddisfatto il tecnico Mancini perché “la prestazione della squadra è stata esaltante: abbiamo vinto e convinto, ora guardiamo alla prossima partita consapevoli della nostra forza”. Una forza che in acqua è data da Cerolini, Gargano (autore di 3 reti), Vita, Fortuna, Fratini, Fenni (1 marcatura), Romanelli (5 centri per lui), Gentili (che segna un poker), Mercuri, Santini (4 gol realizzati), Chimenti (3 reti), Concetti (1 gol), Mele e Fazi.

L’Under 17 di mister Andreozzi (in vasca domenica) ha, invece, ceduto in casa contro i pari età di San Severino per 6-9. Già sotto dopo il primo quarto (paziale 1-4), i padroni di casa hanno sostanzialmente contenuto gli avversari nel secondo (0-1) così come nel ritorno in vasca dopo la pausa lunga (3-2). Alla fine ai maceratesi non è servito che controllare la partita e, sebbene l’impegno, i locali non sono riusciti a fare proprio un match che sul finale si era livellato per i valori in vaca (2-2 nell’ultimo quarto).

I ragazzi hanno giocato una buona partita – dice il mister – abbiamo sprecato tanto, sbagliato 2 rigori. La differenza l’ha fatta la condizione fisica: i ragazzi ospiti erano più in palla!”. Per i Fermani sono scesi in acqua: Brandoni, Di Stefano (1 rete), Carassai, Patalocchi (che pure segna 1 gol), Gentili, Santarelli, Finocchi, Montanini, Moretti (2 reti), Santini e Gregorini.

A far pendere al passivo la bilancia della pallanuoto fermana è arrivata poi anche la sconfitta, amara, per la serie C. La squadra di mister Liberati, infatti, sabato sera cade in casa per 7-14 contro la prima squadra di Pesaro. L’amarezza per la sconfitta (sia per esser avvenuta davanti al pubblico amico, sia per essersi concretizzata ad opera di quelli che sono rivali storici degli sport acquatici a livello regionale), si matura solo al terzo quarto, dopo una prima metà di gara sostanzialmente in equilibrio, sebbene un lieve distacco che pareva ancora recuperabile. 1-3; 2-2 quindi 1-5 che affonda la squadra fermana che cerca poi , ma invano, di ribaltare l’incntro (3-4 nel quarto parziale).

Vita, Reali, Bellabarba (1), Lanciotti (3), Di Stefano, Sollini R. (1), Andrenacci (1), Zeppilli (1), Sollini M., Carducci, Mancini, Andreozzi, Mignani hanno dato battaglia, cedendo, tuttavia, ad un avversario che si è rivelato superiore non solo per gli episodi del match.

“Una partita persa al terzo tempo che aveva visto la nostra compagine tenere bene il campo ed essere più volte pericolosa. I pesaresi hanno sfruttato i contropiedi per dare la zampata vincente” commenta un laconico coach Liberati. Ora per la prima squadra sabato prossimo trasferta sul difficile campo del Pescara, a caccia – inutile nascondersi dietro un dito – di un riscatto che siano tre punti in classifica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti