fbpx
facebook twitter rss

Arrestato e con obbligo di firma,
i carabinieri lo sorprendono
a vendere droga a un minorenne
:
tenta la fuga ma viene bloccato

PORTO SANT'ELPIDIO - Lunga sfilza di reati per lui. Gli ultimi, commessi il 12 marzo scorso, quando è stato trovato in possesso di sostanza stupefacente ed ha aggredito il comandante della stazione cittadina, il maresciallo maggiore Corrado Badini, gli era costata l'obbligo di firma dai carabinieri
Print Friendly, PDF & Email

Il comandante Corrado Badini

di Giorgio Fedeli

Una sfilza di reati, l’ultimo il 12 marzo scorso quando, trovato in possesso di droga, si è anche scagliato, ferendolo, contro il comandante della stazione dei carabinieri di Porto Sant’Elpidio, il maresciallo maggiore Corrado Badini (leggi l’articolo).

Reati che gli erano costati l’obbligo di firma in caserma. Ma quest’ultimo e gli altri precedenti, sempre per droga, evidentemente non lo avevano indotto a fermarsi. Però, se i precedenti non l’hanno ‘disincentivato’ dal condurre i suoi traffici illegali, molto probabilmente l’avranno fatto balzare in cima alla lista delle persone da “attenzionare” costantemente in mano ai militari dell’Arma della stazione di Porto Sant’Elpidio.

E infatti ieri, dopo un meticoloso appostamento, i carabinieri di Porto Sant’Elpidio lo hanno nuovamente sorpreso a spacciare, a un minorenne oltretutto. La storia, passata e presente, di quel volto noto ai militari dell’Arma, elpidiense di circa 50 anni, si intreccia con la mission dei carabinieri di Porto Sant’Elpidio e delle loro operazioni che vanno oltre il contrasto e la repressione di reati e illeciti, in questo caso di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari dell’Arma infatti da tempo sono impegnati in operazioni tra il giudiziario e il sociale. Le divise infatti sono al lavoro giorno e notte per monitorare luoghi ‘sensibili’ allo spaccio ma anche e soprattutto punti e spazi di aggregazione per giovani, anche ragazzini e bambini, come piazze, spazi dinanzi alle scuole, parchi. Ed è proprio in un parco cittadino che ieri pomeriggio le sorti di quell’elpidiense si sono scontrate con i carabinieri.

“Il comando stazione carabinieri di Porto Sant’Elpidio, predisponendo un idoneo servizio, coordinato dal comandante Badini, e mirato al contrasto di illeciti in materia di spaccio di stupefacenti a danno di minorenni – spiegano, a conferma, i carabinieri – hanno avuto modo, nei pressi di un parco giochi e campetto frequentato da minorenni in zona centrale, di individuare quell’uomo, noto per i suoi pregiudizi specifici, nullafacente, il quale ha rapidamente ceduto dello stupefacente a un minore ottenendo in cambio 80 euro. A quel punto i carabinieri sono scattati e hanno fermato il minore recuperando lo stupefacente acquistato, circa 13 grammi di marjuana”. Poi è scattato l’inseguimento dello spacciatore, che alla vista delle divise, si era dato nel frattempo alla fuga.

I militati con non poca difficoltà hanno raggiunto e bloccato l’uomo che – aggiungono dall’Arma – alla vista dei carabinieri, si era disfatto di un ulteriore involucro contenente sempre marjuana, 15 grammi circa. Lo stupefacente è stato sequestrato insieme a una somma totale provento delle cessioni pari a 180 euro. Nei confronti del minore è stata elevata una contestazione ai sensi della legge e, stante la flagranza di reato per lo spaccio di stupefacente aggravato per la cessione a minore, lo spacciatore è stato tratto in arresto e trasportato nel carcere di Fermo dove si trova, a disposizione del pm.

I militari del comando stazione di Porto Sant’Elpidio, da circa 2 mesi, seguono quell’elpidiense che svolgeva la sua attività di spaccio nei confronti di minori anche nei pressi dei plessi scolastici della città e zone di ritrovo dei ragazzi in genere come lungomare o parchi giochi, potendolo già arrestare il 12 marzo scorso quando si era reso, si diceva, artefice di resistenza e violenza a pubblico ufficiale nei confronti del comandante Corrado Badini. In quell’occasione era stato oltretutto trovato in possesso di oltre 80 dosi di hashish. Il 28 giugno scorso, era stato deferito perchè trovato in possesso di 195 grammi di marijuana e 56 di hashish” e ancora “Il 4 luglio scorso deferito poiché trovato in possesso di 37 grammi di marijuana e 0.77 grammi di cocaina. Infine il 15 agosto deferito perché trovato in possesso di 90 grammi di marijuana. Per l’ultimo episodio del 12 marzo scorso, quello con tanto di aggressione al comandante Badini, l’uomo era sottoposto all’obbligo di firma presso i carabinieri di Porto San Giorgio“.

Bloccato per un controllo, aggredisce il comandante dei carabinieri: gli trovano la droga


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X