facebook twitter rss

Marcotulli sulla difesa della costa:
“Rigettate quasi tutte le osservazioni,
nessuna garanzia sulle scogliere”

PORTO SANT'ELPIDIO - L'ex candidato sindaco è critico:"Andavano rivisti i criteri di priorità, non è stato fatto; non escluderei un ricorso al Tar"
Print Friendly, PDF & Email

“E’ un piano che non ci può assolutamente soddisfare. Non ci sono garanzie sul finanziamento delle scogliere emerse, sono state respinte quasi tutte le osservazioni dei Comuni”. E’ critica la valutazione del capogruppo di Fratelli d’Italia a Porto Sant’Elpidio, Giorgio Marcotulli, sul Piano di gestione integrata delle zone costiere approvato dalla giunta regionale delle Marche. Una progettualità che ora dovrà passare al vaglio della commissione consiliare, per poi approdare al voto dell’assemblea legislativa.

“Il documento redatto non tiene quasi minimamente conto delle numerose osservazioni presentate dalle località costiere – nota Marcotulli – Sono stati pressoché tutte respinte, eppure c’erano indicazioni migliorative, che avrebbero consentito una più attenta e puntuale programmazione. Sto contattando gli amministratori di altri comuni rivieraschi, non escluderei l’ipotesi di impugnare il piano davanti al Tar, se dopo il passaggio in commissione e in consiglio regionale non saranno apportate modifiche”.

Secondo l’esponente di minoranza, uno degli aspetti principali riguarda i criteri per stabilire le priorità di intervento di difesa della costa. Sul tema a Porto Sant’Elpidio le parti politiche si erano confrontate in commissione consiliare, per arrivare a presentare osservazioni condivise. “Porto Sant’Elpidio rimane dov’era – nota Marcotulli – è al diciassettesimo posto tra le priorità di intervento. Chiedevamo che i criteri fossero riconsiderati alla luce di diversi parametri, per individuare le località in cui è più urgente intervenire a protezione della spiaggia. Se questa richiesta fosse stata accolta, indubbiamente avremmo avuto maggiori speranze di veder realizzate le scogliere emerse. Invece ci troviamo con un intervento che sì, è stato inserito nel Piano di difesa della costa, ma senza alcuna certezza sul finanziamento e le tempistiche”.

P.Pier.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X