fbpx
facebook twitter rss

Sequestri in A14, Lega in pressing
sul ministro De Micheli:
“Subito lavori ‘in house’ per limitare i disagi”

AUTOSTRADA - Interrogazione al ministro dei Trasporti, De Micheli, dei parlamentari marchigiani della Lega alla Camera e al Senato
Print Friendly, PDF & Email

“Il ministro De Micheli risolva in fretta la situazione dell’A14 connessa al sequestro preventivo dei viadotti, consentendo i lavori in house per la sostituzione delle barriere. Solo così nel tratto marchigiano (l’autostrada) potrà tornare degna di questo nome. La congestione compromette la quotidianità non solo dei distretti economico-produttivi, ma anche della vita cittadina dei comuni costieri che subiscono l’insopportabile picco di traffico che si ripercuote anche sulla statale 16”.

Questa la sintesi dell’interrogazione parlamentare presentata dalla Lega al Senato con i senatori Arrigoni e Pazzaglini e alla Camera con gli onorevoli Patassini, Paolini e Latini.

“Abbiamo chiesto al ministro di evitare mesi di impasse dovuto a lunghe procedure di appalto – spiegano i parlamentari leghisti marchigiani – Autostrade per l’Italia ha già predisposto un progetto di sostituzione delle barriere sequestrate e la direzione generale di Vigilanza al Mit lo ha approvato. La società potrebbe quindi già risolvere il problema agendo con affidamento ‘in house’ dei lavori ad una propria partecipata ma serve l’autorizzazione del Ministero”.

Una risoluzione che i leghisti marchigiani ritengono: “Urgentissima in primis per tutelare la sicurezza della circolazione individuando nella sospensione del sequestro il provvedimento indispensabile per gestire il periodo delle festività con il volume di traffico che aumenta in modo esponenziale. Il ministro valuti con Autostrade lo spostamento delle barriere verso l’interno della carreggiata – concludono i leghisti – isolando la corsia d’emergenza così da garantire la circolazione a due corsie e assegni priorità per la sostituzione delle barriere all’A14 essendo tale direttrice essenziale per gli spostamenti a livello nazionale e internazionale”.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X