facebook twitter rss

Ente Contesa, Alessandra Gramigna confermata presidente:”Programmazione prima di tutto, cresceremo ancora”

SANT'ELPIDIO A MARE - Voto unanime per la presidente uscente: "Centrati obiettivi importanti nell'ultimo triennio, prioritario riqualificare lo stadio Mandozzi"
Print Friendly, PDF & Email

Nel segno della continuità l’assemblea dei soci promotori dell’Ente Contesa, che ieri pomeriggio ha confermato, all’unanimità, Alessandra Gramigna come presidente. Molte le conferme nel direttivo, con Enzo Valentini vicepresidente, Raffaele Trobbiani direttore generale, Marco Catini segretario, Paolo Pierleoni vice segretario, Simone Smerilli consigliere anziano. In consiglio Mariangela Bramucci (coordinatrice della commissione corteo storico, Rossella Nasini, Mauro Granatelli (coordinatore della commissione arbitrale), Fabrizio Martufi, Rebecca Rossi, Stefano Scarciglia, new entry quella di Antonio Tommasiello e Francesco Crupi. Non hanno dato disponibilità a rientrare in consiglio per impegni lavorativi Stefano Presenti e Lorenzo Marziali, pronti comunque a fornire supporto all’Ente Contesa. Nuovi soci promotori eletti, su richiesta a seguito di avviso pubblico, Rebecca Rossi ed Ines Gramigna. L’assemblea ha invitato ad entrare tra i soci promotori Andrea Rotili, che ha rivestito il ruolo di Capitano del popolo nelle ultime tre edizioni della Contesa del Secchio.

Nel corso dell’incontro si è relazionato sull’attività del triennio appena trascorso, partendo dall’eredità lasciata dalla presidenza Antonio Gramigna, fino agli obiettivi centrati e quelli ancora da raggiungere in futuro. Tra i risultati conquistati, l’assemblea evidenzia “la riforma statutaria e quella dello Statuto comunale, il consolidamento economico del bilancio delle manifestazioni storiche, la costituzione di commissioni permanenti di lavoro, l’organizzazione permanente del calendario delle manifestazioni storiche, l’avvio di un’organizzazione strutturale per la romozione esterna della Contesa”. Per il prossimo triennio, si punta “ad un percorso condiviso con l’amministrazione comunale per l’adeguamento dello stadio Mandozzi alle esigenze della Contesa, anche aprendo a nuove prospettive, come riprese televisive e nuovi mezzi di comunicazione. Altro obiettivo è l’aumento di visibilità, confidando in un maggior impegno economico degli enti istituzionali di supporto. Andrà portato avanti anche un percorso univoco per la promozione digitale, si punta ad ampliare il progetto Il futuro della memoria, fondamentale per stimolare il coinvolgimento delle nuove generazioni”.

“Ringrazio tutta l assemblea per la confermata fiducia – il commento della rieletta Alessandra Gramigna – come credo di aver dimostrato in questi anni, metterò tutto l impegno possibile affinché gli obiettivi possano realizzarsi, ovviamente ogni cosa che riusciremo a realizzare sarà per merito di tutti i consiglieri e collaboratori. Questo triennio sarà all’ insegna della massima e puntuale programmazione, perchè ritengo che solo un’organizzazione dettagliata porti alla fidelizzazione del pubblico. Assistere ad eventi organizzati minuziosamente coinvolgono e travolgono lo spettatore. Mi aspetto dalle contrade e delegazioni serietà, determinazione e lavoro. Spero in un grande passo avanti dell’amministrazione comunale in termini di sostegno e programmazione, la Contesa deve compiere quel passo in avanti che aspetta da troppi anni, molto per colpa della Contesa stessa, ma anche di chi in tempi economicamente più facili in amministrazione non ci ha creduto fino in fondo”.

Secondo Gramigna, l’incontro di ieri è stato anche “un’opportunità di confronto a 360 gradi che non sempre si ha modo di affrontare. E’ quella la sede ideale per costruire insieme una visione futura. L’assemblea così come congegnata, aperta anche alle altre componenti, 2 contrade e 4 delegazioni, ha consentito un confronto che non sempre si ha modo di affrontare per discutere gli obiettivi generali della rievocazione. Il percorso di riforma statutaria in questo triennio di presidenza ha garantito stabilità nella partecipazione di tutti al cartellone. Le contrade San Martino e Santa Maria hanno preferito non adeguare lo statuto nel passaggio che prevede l’ingresso delle contrade nell’assemblea dei soci promotori dell’Ente Contesa, e quello dell’Ente nell’assemblea di contrada. Mi auguro che possano effettuare una riflessione su questo passaggio. Non è certamente una priorità del prossimo triennio, ma credo che ampliare gli spazi per condividere intenti e strategie possa fare solo bene”.

Per chiudere, la presidente dell’Ente sottolinea “l’ampio confronto che si sta portando avanti con l’amministrazione comunale, in particolare col vicesindaco Mirco Romanelli, che ha la delega alle manifestazioni storiche, e con l’assessore Gioia Corvaro. Ci auguriamo di poter risolvere la questione delle date di Città Medioevo e concertare una programmazione futura sempre più condivisa”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X