facebook twitter rss

Controllo del vicinato, ora si parte:
pronto il protocollo d’intesa con la Prefettura

SANT'ELPIDIO A MARE - Redatto un protocollo d'intesa che sarà firmato da Comune e Prefettura, i coordinatori dei gruppi nei quartieri segnaleranno episodi sospetti alle forze dell'ordine
Print Friendly, PDF & Email

Anche Sant’Elpidio a Mare istituzionalizza il controllo del vicinato. La giunta ha approvato nei giorni scorsi il protocollo d’intesa, redatto insieme alla Prefettura di Fermo, per far partire in via sperimentale il progetto per un anno. Un accorso sulla falsariga di quello già approvato l’anno scorso dalla vicina Porto Sant’Elpidio, che ora attende solo di essere siglato dal sindaco Alessio Terrenzi e dal prefetto Vincenza Filippi. Di fatto già diversi quartieri del territorio comunale da tempo hanno iniziato ad organizzarsi per condividere segnalazioni utili, sperando così di prevenire furti ed episodi di degrado. Ora quest’attività viene ufficialmente sposata dalle istituzioni. 

L’intento è quello di contrastare la percezione di insicurezza, puntando su quella che viene definita nel protocollo “sussidiarietà circolare”, in modo da impegnare tutti ad una collaborazione continuativa. L’unico ruolo dei cittadini è quello di segnalare episodi, presenze o movimenti sospetti. E’ espressamente vietata ogni forma di ronde o pattugliamento del territorio. Per ogni zona in cui si andrà a costituire un gruppo di controllo del vicinato sarà individuato un coordinatore, che avrà il compito di farsi portavoce con le autorità competenti (carabinieri, polizia o vigili) delle segnalazioni arrivate da altri membri.

L’amministrazione comunale dovrà elaborare le linee guida per la costituzione dei gruppi e dovrà tenere un registro con tutti i coordinatori ed i componenti. Promuoverà assemblee informative, con la partecipazione delle forze dell’ordine, per pubblicizzare il progetto ed individuare la popolazione a partecipare, installerà gli appositi cartelli di controllo del vicinato nelle zone in cui i cittadini si iscriveranno per avviare il progetto.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X