facebook twitter rss

Taglio del nastro alla palestra
della pista di atletica in via Leti

FERMO - Struttura intitolata ad Alberto Bonfigli, fondatore della storica realtà sportiva quale la Società Atletica Fermo. Alla memoria di Mario Ferracuti, invece, il percorso salute collocato intorno alla pista
Print Friendly, PDF & Email

Il momento del taglio del nastro. In copertina la panoramica della rinnovata struttura

Un nuova struttura nella disponibilità di società e sportivi della città.

In occasione del XXV Trofeo Città di Fermo di atletica, poco prima delle gare, è stata inaugurata dal sindaco Paolo Calcinaro la palestra della pista di atletica di via Leti, dopo i lavori di ampliamento (al di sopra del piano adibito alla preparazione fisica degli atleti e utenti).

L’opera, 150 metri quadri circa, per il cui ampliamento il Comune aveva partecipato anche ad un bando regionale sugli impianti sportivi, è stato realizzato per rispondere alla necessità per l’impianto di una sala più ampia per l’attività motoria al coperto, visto l’ampio bacino di utenza. La palestra è stata intitolata alla memoria di Alberto Bonfigli, storico fondatore della Saf (Società Atletica Fermo), società rappresentata in occasione del taglio del nastro dal presidente, il professor Giovanni Giacopetti, alla presenza della figlia di Bonfigli, Anna. Ad impartire la benedizione l’amministratore parrocchiale della Parrocchia di Sant’lessandro Don Paolo Scoponi. Presenti anche Giorgio Pompei dell’Ufficio Tecnico Comunale, sportello che ha coordinato i lavori della palestra e della pista e Vincenzo Garino, delegato provinciale Coni.

“Ogni euro investito è per la città, per il benessere di tutti i cittadini e questo ne è la testimonianza, ci abbiamo creduto sin dall’inizio”, le parole del sindaco a margine dell’inaugurazione. Un intervento importante che ha fatto il paio con i lavori con cui è stato terminato il rifacimento totale del manto della pista di atletica, sede della manifestazione sportiva di ieri pomeriggio con l’intero circuito rimesso a nuovo che i tanti atleti presenti hanno potuto saggiare nel corso delle loro prove sportive e che il sindaco ha salutato, evidenziando l’importanza per la città ed il territorio di questa struttura che meritava un restyling importante, ricevendo le congratulazioni anche dal presidente del Comitato Marche Fidal Giuseppe Scorzoso.

Soddisfatti anche gli assessori Ingrid Luciani ai lavori pubblici e Alberto Scarfini allo sport per i quali “la manutenzione in efficienza ed il potenziamento di un impianto di questa importanza sono stati un punto fisso, importante di questa amministrazione così come per tutte le strutture sportive piccole e grandi della città”. Senza contare, infatti, che i diversi impianti sportivi della zona di via Leti, sono stati anche oggetto di interventi di efficienza energetica (bando pubblico “Por-Fesr Marche 2014-2020”), per favorire la riduzione dei consumi negli edifici pubblici adibiti allo sport, contribuendo ad uno sviluppo energetico equilibrato e sostenibile, in termini di risparmio e di efficienza energetica.

E’ stato invece intitolato alla memoria di Mario Ferracuti, podista fermano, il “Leone delle Marche” che ha sempre portato Fermo e la fermanità nel mondo nel corso delle innumerevole gare podistiche cui ha preso parte, il Percorso Salute, l’anello che corre attorno alla pista di atletica e che vede tanti fermani ogni giorno percorrerlo per camminate all’aria aperta. Una volta scoperta la targa, posta all’inizio del percorso, alla presenza dei figli Alessandra e Angelo, il ricordo è andato a Mario, alla sua tenacia ed alla sua voglia sempre giovane di essere in cammino, alla sua vita esemplare dedicata allo sport fra numerosi premi vinti, tanti piazzamenti conquistati, onorificenze e riconoscimenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X