facebook twitter rss

Putzu si dimette da consigliere
comunale, al suo posto Balestrieri
Marcotulli ha nel ‘mirino’ le comunali 2023

PORTO SANT'ELPIDIO - Il neo eletto consigliere regionale lascia il ruolo comunale al coordinatore provinciale Balestrieri: «Per correttezza e dovere civico questa mattina ho protocollato le mie dimissioni». Il capogruppo di Fratelli d'Italia di Porto Sant'Elpidio: «Nel 2023 vorrò essere la persona indispensabile alla guida della città»
Print Friendly, PDF & Email

 

di Leonardo Nevischi

All’indomani della vittoria di Francesco Acquaroli come nuovo presidente della Regione Marche, in casa Fratelli d’Italia, nella sede di Porto Sant’Elpidio, è il coordinatore comunale del partito David Gentili a tracciare la rotta: “Il nostro è un percorso di crescita importante che cercheremo sempre più di consolidare. Dal 2013, quando FdI era al 2,3% siamo arrivati ad ottenere un impensabile 27,44% (2690 i voti per il partito guidato da Giorgia Meloni a Porto Sant’Elpidio, 6156 per Acquaroli e 1454 per Andrea Putzu). Questo stimolante risultato ci dovrà impegnare anche in vista delle prossime comunali”.

A tal proposito, interviene un determinato Giorgio Marcotulli, che si complimenta con Putzu per l’elezione a consigliere regionale, e mette nel mirino nel comunali del 2023. “Mi congratulo con Andrea per il risultato raggiunto e rinnovo la totale disponibilità del gruppo di Porto Sant’Elpidio che, per quello che sarà il suo ruolo amministrativo in regione, sarà il suo braccio operativo in città. Tendiamo la mano all’amministrazione perché sappiamo benissimo che per loro avere un rapporto diretto con la regione è importante, sia per la comunità sia nell’ambito delle risposte inerenti a questioni come costa, lavoro, supporto infrastrutturale, supporto al turismo e politiche economiche. Grazie ad Andrea Putzu, dopo l’esperienza di Paolo Petrini, Porto Sant’Elpidio sarà rappresentato in regione da un concittadino”.

“Io continuerò il mio impegno politico come ho sempre fatto – seguita il capogruppo di FdI a Porto Sant’Elpidio -. Il voto ha rappresentato un processo di crescita e, a partire dal 2018, ha dimostrato che la politica la deve fare chi ha un’appartenenza politica. Il civismo non può prescindere dal supporto politico. Dimostreremo durante questi due anni che la politica è l’unica soluzione per dare risposte ai territori comunali, consapevoli che nelle varie realtà cittadine potranno esserci realtà civiche che comunque sia si dovranno avvicinare al mondo politico per dare il proprio contributo civico. Nel 2018 lo abbiamo dimostrato a fatica e probabilmente ne abbiamo pagato le conseguenze con una sconfitta di pochissimi punti, ma ora non ci preoccupiamo di quello che è stato il passato. Ci dispiace per Porto Sant’Elpidio che in quell’occasione ha perso un’opportunità di svolta che invece la regione ha saputo cogliere. Continueremo a lavorare e costruiremo la proposta migliore per il 2023 che ovviamente partirà da un centrodestra unito, allargando l’intento ai civici.  Nel 2023 vorrò essere la persona indispensabile alla guida della città di Porto Sant’Elpidio“.

È poi la volta del coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Andrea Balestrieri, che siederà tra i banchi del consiglio comunale al posto di Andrea Putzu, il quale ammette che “per correttezza e dovere civico ho protocollato le dimissioni da consigliere comunale perché credo sia giusto che Andrea (Balestrieri, ndr) possa tornare ad un ruolo che aveva svolto egregiamente fino al 2018. Per me è un grande piacere sapere che mi succederà una persona che si sta spendendo molto non solo per il partito ma per l’intera città“.

In merito Balestrieri si dice “onorato ed orgoglioso” e poi allarga la panoramica del partito sulla provincia, dove ha raccolto il “23,29% (16883 voti): cifre e percentuali che in tempi non remoti potevano essere associate alla sinistra e che oggi fa piacere leggere associate a FdI. Se la moneta si è capovolta – continua Balestrieri – il merito è di tutti e quattro i candidati. Abbiamo dilagato in ben 20 comuni su 40 della provincia di Fermo, con punte di un 36% in comuni come Smerillo che sono piccoli ma che dimostrano che una classe dirigente locale è attenta al territorio e attenta alle esigenze dei cittadini. Da qui in avanti ci sarà un lavoro capillare che sono sicuro Putzu sarà in grado di svolgere. Ho già detto ad Andrea che sarà nostro compito intercettare tutte le problematiche del territorio, dalla montagna alla costa, per far sì di attirare tutte quelle esigenze di cui i cittadini hanno bisogno”.

“È stata sì la vittoria di Porto Sant’Elpidio, dove mi aspettavo che il partito sarebbe stato al primo posto, ma anche dei piccoli comuni come Amandola e Petritoli, i quali sono sempre stati snobbati dalla politica regionale e oggi hanno in me un referente importante – esordisce Andrea Putzu -. Io non rappresento solo le 4176 preferenze ma credo di rappresentare tutti, perché vorrei essere la voce del mio partito ma soprattutto la voce dei cittadini della provincia di Fermo. Adesso la nostra responsabilità sarà quella di dimostrare che cosa vogliamo fare per il nostro territorio e in particolare per il settore calzaturiero, per le infrastrutture, per la sanità, per la disabilità, per la ricostruzione post sisma e per il turismo. La nostra provincia è stata trattata sempre come una provincia di Serie C, quindi ora dobbiamo far capire che Fermo deve essere trattata come tutte le altre. Il mio impegno primario in regione?Mi occuperò di risolvere un problema annoso come quello dell’erosione costiera che da tempo caratterizza la nostra città. Ovviamente non posso promettere che entro due/tre anni saranno istallati gli scogli: noi facciamo politica seriamente e non ci permetteremo mai di illudere i cittadini e gli operatori turistici. Io sarò chiaro, corretto e leale con gli stabilimenti balneari senza andare a promettere di anno in anno che faremo le scogliere. Tuttavia noi ci prenderemo un impegno serio con tanto di progettazione e battaglieremo per avere le scogliere emerse. Franchellucci? Mi ha mandato un sms per congratularsi e poi ci siamo visti sotto al Comune. Mi ha chiesto collaborazione e supporto ed io darò il mio totale appoggio alla città, perché per me il territorio viene prima dell’appartenenza politica“.

Da sinistra: David Gentili, coordinatore comunale di FdI, Andrea Putzu, neo consigliere regionale, Andrea Balestrieri, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Giorgio Marcotulli, capogruppo di FdI a Porto Sant’Elpidio

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X