facebook twitter rss

Grottazzolina si immerge nella storia e nella cultura: un week-end ricco appuntamenti

GROTTAZZOLINA - Oltre alla rievocazione storica del 1200, Grottazzolina vuole dare importanza anche alle sue ricchezze culturali, con una serie di aperture della mostra “Generazioni di Piceni” presso Palazzo Benedetti, in Piazza Umberto I.
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Grottazzolina offre per questo weekend un ricco programma di eventi. Innanzitutto, il 7, 8 e 9 agosto, il paese sarà in festa con “I giorni di Azzolino”, famosa manifestazione che trasporta il turista indietro nel tempo e che da anni cattura l’attenzione dei visitatori e dei cittadini. Oltre alla rievocazione storica del 1200, Grottazzolina vuole dare importanza anche alle sue ricchezze culturali, con una serie di aperture della mostra “Generazioni di Piceni” presso Palazzo Benedetti, in Piazza Umberto I. La mostra è ad ingresso libero e rientra nel progetto di aggregazione museale “Popoli Piceni”, che prevede una collaborazione tra Grottazzolina e Belmonte.

In questa estate, oltre al divertimento, il Comune di Grottazzolina vuole dare il giusto peso alle sue ricchezze turistiche e culturali coinvolgendo il visitatore con arte, cultura e musica, con la mostra dedicata ai Piceni che sarà visitabile tutti i giorni. Proprio per questo il Sindaco Alberto Antognozzi, insieme a Giorgio Litantrace, Vicesindaco con deleghe in materia di Scuola, Cultura, Turismo, Politiche giovanili, sono orgogliosi di presentare la “Mostra di archeologia sperimentale”, realizzata dalla Società Cooperativa “Abaco”, in collaborazione con l’associazione “Bottega della Storia”.
Sarà possibile assistere alla mostra e all’apertura della cisterna medievale proprio questo fine settimana, sabato 7 e domenica 9 agosto.

Ma le novità non finiscono qui: il calendario estivo di Grottazzolina prevede anche altri eventi dedicati ai Piceni: ecco che domenica 5 settembre, ci sarà un secondo evento di archeologia sperimentale, questa volta incentrato sulla filatura e tiratura antica. L’evento si svolgerà in Piazza Umberto I, in occasione di “Borghi Aperti”, iniziativa che rientra nel progetto promosso dall’associazione “Noi Marche” diretto a valorizzare 15 Borghi del territorio. Per ulteriori informazioni e sulle modalità di prenotazione per la “Mostra di archeologia sperimentale” contattare il numero 328-66910167.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti