facebook twitter rss

Torneo Cavalleresco, ci siamo: Servigliano è pronta a tornare nel 1450

SERVIGLIANO - Domani il momento centrale con la lettura della storica pergamena
Print Friendly, PDF & Email

I consoli con il Palio 2021

Nel 1450 venne siglato un patto di pace tra Santa Vittoria e Servigliano, con la cessione della piana di San Gualtiero alla comunità serviglianese. Questo momento storico, documentato da una pergamena dell’epoca custodita gelosamente, viene fatto rivivere dal 1969 a Servigliano con il Torneo Cavalleresco di Castel Clementino. E così, nel rispetto della tradizione, nella piazza centrale, andrà in scena la 53esima edizione con la rievocazione storica allestita sotto la regia del prof. Gianluca Viozzi. Si inizia alle ore 21.30, sono disponibili gli ultimissimi biglietti al costo di 5,00 euro (info: 0734.750583). Piano di sicurezza molto rigido, saranno rispettate scrupolosamente tutte le normative anti covid e si entra solo con green pass o tampone negativo. “La rievocazione storica – spiega il regista – avrà un cerimoniale nuovo, ricco di situazioni: la cessione della piana di San Gualtiero; la benedizione del palio; il giuramento dei cavalieri giostranti; la lettura del bando; la consegna solenne del cero. L’abate di Farfa sarà l’attore Manu Latini, mentre nei panni dell’araldo vedremo Andrea Cameli. Non mancheranno gli spettacoli con Gianluca Foresi, il re indiscusso del parolieri improvvisatori, e le fantasie pirotecniche della Fireworks. Tutto in un contesto nuovo, particolare, sicuramente ricco di emozioni”.

Sara Bizzi, dama di San Marco

I cinque rioni sfileranno con i rispettivi cortei guidati dai cerimoniari. Vediamo le figure principali: San Marco con il magnifico messere Marco Rotoni, la dama Sara Bizzi e la dama del palio Elisa Barchetta; Porta Navarra con il console Emiliano Ciccoli e la dama Giulia Pipponzi; Porta Marina con il console Carlo Porfiri Perugini e la dama Michela Minnetti; Paese Vecchio con il console Giancarlo Ferretti e la dama Irene Antognozzi; Porta Santo Spirito con il console Marco Rossi e la dama Chiara Funari. Un corteo ricco, bello, unico: gli abiti sono tratti dai dipinti del maestri del XV secolo. C’è grande attesa per vedere le opere d’arte realizzate dalle sartorie rionali. Sottolinea l’araldo Andrea Cameli: “Ricoprire questo ruolo è sempre stato un sogno. Sarà sicuramente un Torneo Cavalleresco diverso dagli altri, le difficoltà non finiscono mai in un momento come questo, ma la nostra passione è inarrestabile. Cercheremo di far rivivere l’emozione di una serata prerinascimentale come solo Servigliano sa dare”. Gianluca Foresi, voce della storia in decine di manifestazioni, è umbro di Orvieto ed è famoso per il suo modo sui generis di rivolgersi al pubblico in rima. Sarà lui a leggere il bando. “Il rapporto con Servigliano – dice Foresi – è nato 20 anni fa. L’amore e il calore che ricevo dal pubblico quando entro nella piazza di Servigliano sono unici: il rapporto creato è unico e irripetibile. Servigliano stupisce per determinazione e forza di volontà. Molti eventi storici hanno segnato il passo, invece Servigliano ha risposto presente. E sottolineo l’accoglienza: qui ci si sente accolti nel modo migliore, coccolati, accuditi. La capacità di farti sentire a casa tua devo riconoscerla al regista Gianluca Viozzi, agli organizzatori e all’Amministrazione comunale”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti